Pattinaggio artistico: la Corea del Sud trova l’erede di Kim Yu-Na

Pattinaggio-You-Young.jpg

A soli undici anni, la pattinatrice You Young ha già ottenuto il suo primo titolo nazionale assoluto della carriera, un risultato che le ha permesso di conquistare le prime pagine dei giornali sudcoreani, e non solo. Con questo successo, infatti, la giovanissima You ha abbattuto il record già straordinario di Yu Na-Kim, vincitrice della stessa competizione all’età di dodici anni.

Molto solida tecnicamente – tanto da non commettere nessun errore nei due programmi della rassegna nazionale – la piccola You, alta solamnte 1.43 metri, è già considerata in patria come l’erede della campionissima Kim, oggi venticinquenne e ritiratasi dalle competizioni dopo i Giochi Olimpici del 2014, dove fu medagliata d’argento in seguito al noto caso della discussa vittoria di Adelina Sotnikova. Campionessa olimpica a Vancouver 2010, la stella del pattinaggio sudcoreano ha già designato la giovane connazionale come una futura fuoriclasse: “Penso che potrà ancora migliorarsi molto se sarà prudente ed eviterà gli infortuni“, ha dichiarato, aggiungendo che a quell’età lei non era forte quanto You Young, la quale ha invece detto di aver iniziato a pattinare proprio dopo aver visto la vittoria di Kim a Vancouver, quando aveva soli cinque anni.

Per la cronaca, nella rassegna nazionale femminile hanno deluso fortemente le due favorite, Park So-Youn e Kim Hae-Jin, rispettivamente quinta e diciassettesima, che avevano preso parte agli ultimi Mondiali (allora furono dodicesima e diciannovesima). Il titolo maschile è andato a Lee June-Hyoung (223.72), diciannovesimo classificato della rassegna iridata nel 2015, quello della danza a Rebeka Kim / Kirill Minov (138.00), mentre per la prima volta nella storia si è presentata una coppia di artistico, Ji Min-Ji / Themistocles Leftheris (135.24).

Già al lavoro per realizzare il triplo axel – attualmente il salto più difficile per il settore femminile – la giovanissima campionessa sudcoreana non potrà però prendere parte ai Giochi di Pyeongchang 2018, anno nel quale avrà tredici anni contro i quindici previsti dal regolamento olimpico per partecipare. In patria, però, qualcuno mormora già un rientro di Kim Yu-Na per un appuntamento fondamentale nella storia sportiva del Paese.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top