Pallanuoto femminile, Europei 2016: le azzurre ai Raggi-x verso Belgrado

Schermata-2015-08-07-alle-21.19.57.png

Si avvicinano a grandi passi i Campionati Europei di pallanuoto femminile che si terranno a Belgrado, in Serbia, dal 10 al 22 gennaio. Passaggio fondamentale per la qualificazione olimpica, con la squadra vincitrice del torneo che si troverà proiettata direttamente a Rio de Janeiro. Andiamo a scoprire chi sono le 15 azzurre ancora in lotta per una calottina per la rassegna continentale.

Laura Teani: portiere della Plebiscito Padova, riserva naturale di Giulia Gorlero che trova spazio sopratutto quando si arriva ai rigori. A livello personale paga una connazionale che è ai massimi livelli mondiali ma in caso di necessità può offrire prestazioni di altissimo livello.

Elisa Queirolo: 25 gol in questa prima parte di stagione solo in campionato con il Padova. A 24 anni potrebbe ritagliarsi un posto importante in una squadra con cui è già salita sul tetto d’Europa nel 2012.

Rosaria Aiello: 15 gol per lei, in corsa per migliorare i 25 dello scorso anno. Atleta in crescita che sta trovando ottime prestazioni e può fare bene anche agli Europei.

Federica Radicchi: giocatrice esperta che con il Setterosa ha una storia ormai decennale nonostante abbia soli 26 anni. Un pilastro della nazionale.

Arianna Garibotti: giocatrice di qualità e quantità, un spina nel fianco costante per le difese avversarie. Ottima marcatrice cui l’Italia può affidarsi quando ha bisogno di gol. È tra le migliori marcatrici della Serie A

Giulia Gorlero: una vera e propria saracinesca. È il portiere più forte d’Europa e spesso riesce a mettere una pezza nei buchi difensivi delle compagne regalando anche quel pizzico di tranquillità in più che potrebbe fare la differenza.

Roberta Bianconi: la prima delle due giocatrici dell’Olympiakos. Ieri è stata premiata dalla LEN come miglior giocatrice europea del 2015: anche per questo ha bisogno di poche presentazioni. Una macchina da guerra sui due lati del campo con tanti gol nelle mani anche in momenti difficili per la squadra.

Giulia Emmolo: potrebbero essere gli Europei della consacrazione per la ligure. Talento offensivo come se ne vedono pochi, ha bisogno di trovare quella continuità di rendimento ad alti livelli che le è mancata. Nell’estate è passata all’Olympiakos e questo potrebbe averle permesso di maturare.

Teresa Frassinetti: 30 anni appena compiuti per la giocatrice della RN Bogliasco. Porta alla squadra, sostanzialmente molto giovane, un’importantissima dose di esperienza.

Aleksandra Cotti: assente i Mondiali per risolvere un infortunio, è pronta a tornare in campo con il Setterosa per inseguire il sogno olimpico.

Francesca Pomeri: centroboa del Città di Cosenza, è tra quelle che si gioca il posto per questa rassegna continentale.

Silvia Motta: nonostante abbia presenziato nel percorso di avvicinamento del Setterosa agli Europei è una delle ragazze indiziate a lasciare il posto.

Chiara Tabani: giocatrice giovane che però si sta ritagliando un posto in questa nazionale. Già presente ai Mondiali, l’atleta del Prato può dare un contributo ancora maggiore in questi Europei.

Tania Di Mario: cuore e anima della nazionale. Gli anni passano ma la capitana resta sempre in prima linea con la sua classe, i suoi gol e la sua voglia di lottare. Le Olimpiadi sarebbero un ottimo palcoscenico per chiudere una carriera leggendaria.

Valeria Palmieri: potrebbe essere una novità del Setterosa. Ha conquistato la possibilità di entrare nel giro della nazionale alla vigilia degli Europei a suon di gol e ora potrebbe essere una novità tattica importante per il CT Fabio Conti da centroboa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: profilo Facebook Valerio Salvati

Lascia un commento

Top