Pallanuoto, Europei 2016: tutto facile agli ottavi, il Settebello batte la Turchia

37783ece80616a41a7755515306bd537_XL1.jpg

Tutto facile, come volevasi dimostrare. L’Italia non ha problemi a superare negli ottavi di finale dell’Europeo di pallanuoto maschile la Turchia. Nella Kombank Arena di Belgrado il Settebello mette in acqua la propria classe e fa notare tutto il divario tecnico fra se e i turchi. A parlare è il risultato di 16-2 in favore dei ragazzi guidati da Sandro Campagna, che comunque non è stato del tutto soddisfatto dalla prestazione, visto che ci sono stati alcuni cali di tensione. Quelli che non dovranno assolutamente esserci da dopodomani in poi, quando Tempesti e compagni andranno ad affrontare il Montenegro per i quarti di finale.

Gli azzurri hanno dominato ogni frazione, così come ogni fase di gioco. Sin dal primo quarto sono state messe in chiaro le cose: gran difesa, controfughe e buone finalizzazioni con l’uomo in più. Ogni tanto è mancata un po’ di precisione, ma la tensione non poteva essere quella degli incontri importanti, visto l’avversario. Gran prova di Christian Presciutti, accompagnato al solito da Matteo Aicardi.

Italia-Turchia 16-2

Italia: Tempesti 0, F. Di Fulvio 0, N. Gitto 0, Figlioli 2, Giorgetti 2, Bodegas 0, Giacoppo 1, Gallo 3, C. Presciutti 3, S. Luongo 1, Aicardi 3, Baraldi 1, Del Lungo 0. All. Alessandro Campagna

Turchia: Sezer 0, Agkurt 0, Aksentijevic 0, Okman 1, Sutalo 0, Gulenc 0, Ozbakis 0, Sonmez 0, Yilmaz 0, Korolija 0, Beskardesler 1, Cagatay 0, Sen 0. All. Mehmet Olcaytu

Arbitri: Ohme (ger), Santos (por)

Note

Parziali: 5-0 3-0 5-1 3-1 Nella Turchia in porta il numero 13 Sen. Nel terzo tempo, 3’46”, Del Lungo sostituisce Tempesti. In tribuna l’ambasciatore italiano a Belgrado Giuseppe Manzo. Superiorità numeriche: Italia 4/4 + due rigori e Turchia 1/5

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Deepbluemedia

Lascia un commento

Top