Pallanuoto, Europei 2016: le pagelle della disfatta del Settebello

Pallanuoto-Settebello-Tempesti-3-Renzo-Brico.jpg

Una disfatta. Ancora una volta Montenegro amaro per il Settebello. La squadra guidata da Sandro Campagna esce sconfitta ai quarti di finale dell’Europeo di pallanuoto maschile a Belgrado e deve dire addio alle medaglie, oltre che al pass diretto per Rio 2016. Andiamo a vedere le pagelle dell’incontro odierno.

Stefano Tempesti, voto 6,5: questa sera il capitano azzurro è oscurato dall’avversario Scepanovic, strepitoso a fermare tutti i tiri azzurri. Un paio di parate, ma non può far nulla sulle reti montenegrine.

Francesco Di Fulvio, voto 6,5: uno dei migliori, per coraggio ed inventiva. Due reti e un assist per l’attaccante recchelino.

Niccolò Gitto, voto 5: quasi mai presente il difensore recchelino, che ha sempre subito le offensive montenegrine.

Pietro Figlioli, voto 5: la rete su rigore non basta. Non si è mai fatto vedere nei momenti decisivi, quando sarebbero servite come il pane le sue reti.

Alex Giorgetti, voto 4: insufficiente, poco da dire.

Michael Bodegas, voto 5,5: ci prova in tutti modi a mettere in moto il suo fisico e la sua classe. La sua rete ci ridà speranza a fine terzo quarto, ma non basta.

Massimo Giacoppo, voto 5: soli quattro minuti in acqua, senza incidere.

Valentino Gallo, voto 5,5: due assist per il mancino azzurro, che a volte prova anche a concludere in porta.

Stefano Luongo, voto 5,5: Campagna lo fa giocare molto poco. Riesce anche a trovare una rete fondamentale ad inizio terzo quarto.

Matteo Aicardi, voto 5,5: come al solito dà tutto per la causa nazionale. Conquista un’infinità di espulsioni, purtroppo non concretizzate.

Fabio Baraldi, voto 4,5: molto male oggi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top