Pallamano, Qualificazioni Mondiali 2017: Italia sconfitta in Austria 30-19, addio Mondiali

Pallamano-Italia-maschile-Kosovo-FIGH-e1446664483885.jpg

La Nazionale italiana di pallamano maschile cade anche il casa dell’Austria. Alla “BSFZ Südstadt” di Maria Enzersdorf finisce infatti 30-19 in favore dei padroni di casa, che ottengono due punti fondamentali nella corsa ai Mondiali 2017. La selezione azzurra saluta invece definitivamente la competizione iridata, per via dei soli due punti racimolati fino a questa quarta giornata.

Avvio di gara scoppiettante, con addirittura quattro reti in tre minuti, due per parte e segnate da Dean Turkovic e Michele Skatar per gli azzurri, Nikola Bilyk e Raul Santos per gli austriaci. Dal 4-4 firmato da Bruno Brzic segue però un impressionante allungo della selezione allenata dall’islandese Patrekur Jóhannesson che, trascinata dalle accelerazioni di Santos, si porta sul 9-4 a metà frazione. Da qui fino al suono della prima sirena la Nazionale sbanda e crolla, andando al riposo in svantaggio 15-9, ma con Turkovic e capitan Maione in spolvero nel finale con due gol a testa.

Primi 10′ della ripresa che vanno avanti ad un ritmo molto lento, con gli azzurri che riescono a tenere il -7 grazie ad un rigore del solito Turkovic. Brzic accorcia ulteriormente sul 18-12, ma un micidiale uno-due di Raul Santos rimette le cose in chiaro e riporta l’Italia sotto di 8 reti sul punteggio di 20-12. I ragazzi di mister Fredi Radojkovic arrancano, cercano di rimanere aggrappati alla partita, ma l’ennesima offensiva veloce austriaca porta alla rete del +10 firmata ancora una volta da Nikola Bilyk. E’ il 24-14 che costringe al time-out il selezionatore del Bel Paese. Al rientro dal minuto di pausa gli azzurri appaiono più coraggiosi e concreti, trovando la via del gol con Dapiran ed un rigore di Turkovic. Purtroppo però l’euforia dura giusto il tempo di accorciare sul 24-16, prima di sprofondare nel massimo svantaggio sul 29-18. La sfida si chiude con il punteggio di 30-19 in favore dell’Austria.

Sconfitta bruciante per gli azzurri, ma si registrano dei segnali positivi rispetto alla gara di Trieste. In primo luogo, la tenuta fisica è migliorata notevolmente, con Maione e compagni che non hanno subito pesantemente le rimesse veloci degli avversari. Altra nota lieta è la prestazione esemplare del terzino del Bozen Dean Turkovic, autore di 9 reti.

Il tabellino della gara:

9 gennaio 2016 a Maria Enzersdorf
h 20:25 | Austria – Italia 30-19 (p.t. 15-9)
Austria: Bauer, Hermann 2, Schmid, Bozovic 1, Frimmel 3, Klopcic 1, Zivkovic 2, Zeiner 2, Kandolf 2, Fruhstuck 1, Jelinek, Bylik 4, Wagner 4, Pilipovic, Santos 8, Nehold. All: Patrek Johannesson
Italia: Fovio, Sampaolo, Postogna, Vaccaro, Maione 5, Brzic 2, Turkovic 9, Sporcic, Martino, Resca 1, Sperti, Dapiran 1, Parisini, Stabellini, Skatar 1. All: Fredi Radojkovic
Arbitri: Andrej Budzak (SVK) – Michal Zahradnik (SVK)
Delegato EHF: Urs Maibach (SUI)

La classifica attuale del Gruppo 2:

Austria 8 pti, Romania 4, ITALIA 2, Finlandia 0

Foto: FIGH

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top