Pallamano, Qualificazioni Mondiali 2017: Italia beffata nel finale dalla Finlandia, ennesimo calo fisico degli azzurri

skatar-italia-FIGH.jpg

La Nazionale italiana di pallamano maschile subisce una nuova sconfitta nel Gruppo 2 di Qualificazione ai Mondiali di Francia 2017. Questa volta è la Finlandia a sconfiggere gli azzurri a Vantaa con il punteggio di 26-25, al termine di una sfida che ha evidenziato ulteriormente i problemi di tenuta fisica della formazione di Fredi Radojkovic. 

Inizio di gara in sordina da parte di entrambe le squadre, con il tabellone che si sblocca solamente dopo 2’38” con la rete di Michele Skatar. L’equilibrio iniziale si spezza al 2-2 di Carlo Sperti, poichè la selezione scandinava realizza il primo allungo della gara, trascinata dalle reti di Tamminen, Koljonen e Sundberg, che portano il punteggio sul 5-2 dopo appena 10′ di gioco. Ha però il via la riscossa azzurra. La rete di Gianluca Dapiran è infatti solo il preludio di quella che sarà la rimonta, culminata sul 6-6 grazie a tre reti consecutive ancora di Skatar. Sull’8-8 la Finlandia riprende nuovamente il largo, allungando fino alla rete di Tamminen che vale l’11-8. Ma lo Skatar di oggi è davvero inarrestabile. Il mancino del Cesson-Rennes si carica la squadra sulle spalle e realizza altre tre reti nel parziale di 4-1 che chiude la prima frazione sul 12-12.

Mille emozioni nell’avvio di ripresa, nel quale gli azzurri passano in vantaggio con il solito Skatar, rimanendo sul +1 fino al parziale di 0-2 che fissa il punteggio sul 15-14 in favore dei padroni di casa. A questo punto si riaccende la vena realizzativa del bomber Dean Turkovic, che realizza tre reti nel giro di 5′. L’italia riesce a contenere le offensive avversarie e a rendersi pericolosa ed efficace in attacco, come testimonia il 17-22 firmato da Vito Vaccaro, chiudendo i primi 10′ di gioco con l’impressionante media di una rete al minuto per la selezione di Fedi Radojkovic. Ne segue però l’ennesimo tracollo fisico che consente ai finnici di riportarsi in parità sul 22-22 con il rigore di Tamminen. Dato eloquente è quello che ha visto Turkovic e compagni non trovare la via del gol dal 40′ al 56′ (22-23 firmato da Sperti), evidenziando la difficoltà degli azzurri a reggere un ritmo elevato in tutto l’arco della partita. La parità resiste fino all’ultimo minuto, quando Broman realizza la rete del 25-24. Un rigore di Dean Turkovic a 9” dalla fine sembra dare speranza alla selezione del Bel Paese, ma allo scadere il mancino Miro Koljonen realizza il definitivo 26-25.

Il terzo posto del raggruppamento non dovrebbe essere sfumato (l’Italia chiuderà con la Romania sabato, mentre la Finlandia affronterà l’Austria nell’ultima giornata), ma quella di oggi non è stata una partita positiva per gli azzurri, troppo in affanno nei momenti decisivi di una sfida sicuramente alla portata.

Il tabellino della partita:

h 18:30 | Finlandia – Italia 26-25 (p.t. 12-12)
Finlandia: Broman B. 4, Broman J. 3, Forss, Jansson, Koljonen 6, Laine, Laitinen, Mäkelä, Martin 1, Modig, Remy, Sjöman 1, Sundberg 5, Tamminen 5, Voutilainen, Westerlund 1. All: Kaj Kekki
Italia: Sampaolo, Fovio, Postogna, Vaccaro 4, Maione 2, Brzic, Turkovic 5, Sporcic, Martino, Sperti 3, Dapiran 3, Parisini, Stabellini, Skatar 8. All: Fredi Radojkovic
Arbitri: Hanspeter Brodbeck (GER) – Simon Reich (GER)
Delegato EHF: Stephan Vitzthum (SUI)

La classifica attuale del Gruppo 2:

Austria 8 pti, Romania 6, ITALIA 2, Finlandia 2

Foto: FIGH

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top