Pallamano, Qualificazioni Mondiali 2017: Italia ancora poco competitiva a livello internazionale

Pallamano-Italia-FIGH-e1452173597632.jpg

Siamo alle solite. La Nazionale italiana di pallamano maschile ha subito una nuova e pesante sconfitta nelle Qualificazioni ai Mondiali 2017. E’ vero, l’Austria è un’avversaria difficile da affrontare e molto valida dal punto di vista tecnico, ma un calo fisico come quello del secondo tempo lascia intravedere oscuri presagi in vista dei prossimi appuntamenti internazionali. 

Gli azzurri hanno disputato un buon primo tempo, rimanendo aggrappati alla partita per più di 20′. Poi però i ragazzi di Fredi Radojkovic non sono riusciti ad essere lucidi in difesa, soffrendo le terribili rimesse veloci degli austriaci e le percussioni del classe ’96 Nikola Bilyk.

Nella seconda parte di gara, però, gli azzurri sono crollati dal punto di vista fisico, provando la conclusione solamente attraverso tiri scontati e centrali, ben parati dall’ottimo Bauer, che ha poi effettuato lanci millimetrici per i contropiedi dei compagni di squadra. Alla Selezione del Bel Paese non basta dunque un buon Michele Skatar da 7 gol e le invenzioni dell’ala sinistra Vito Vaccaro, degno sostituto dell’infortunato Demis Radovcic.

In Casa Italia c’è dunque molto lavoro da fare per preparare al meglio il ritorno contro l’Austria e le sfide contro Romania e Finlandia che chiuderanno il Gruppo 2 di qualificazione ai Mondiali 2017.

Foto: FIGH

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top