Pallamano, Europei 2016: Germania e Spagna si giocano il titolo continentale

strobel-pagina-fb-ehf-euro.jpg

Ci siamo. La dodicesima edizione degli Europei di pallamano maschile sta volgendo al termine, con la finalissima in programma domani tra Germania e Spagna . Andiamo dunque ad analizzare le due formazioni che si contenderanno il titolo continentale, in una finale del tutto inedita, ma con un precedente in questo Europeo, nel quale ad imporsi è stata la selezione iberica per 32-29.

Iniziamo dalla Germania: una squadra che alla vigilia non avrebbe mai pensato di raggiungere un traguardo così importante. Priva dei campioni Uwe Gensheimer e Patrick Groetzki, la selezione allenata dall’islandese Dagur Sigurðsson si è distinta nel torneo per tenacia e caparbietà, che hanno portato i teutonici all’ultimo atto. Decisiva è stata la battaglia con la Danimarca, vinta per 25-23, estromettendo Hansen e compagni dalla semifinale. Altra prova di orgoglio è stata proprio la semifinale, decisa negli ultimi secondi dei supplementari contro una brillante Norvegia.

Due titoli mondiali, un roster di tutto rilievo, un allenatore esperto, ma nessun europeo in bacheca. Questa è la Spagna, seconda finalista di Polonia 2016. La nazionale iberica fonda il proprio gioco sulla rapidità dell’ala destra Victor Tomas e le parate di Arpad Sterbik, potendo contare su ottimi difensori come Viran Morros e Gedeon Guardiola. Il CT Cadenas può inoltre fare affidamento alle giocate di Julen Aguinagalde, miglior pivot dell’Europeo. L’avversaria della Roja nell’ultimo atto rappresenta una vera incognita, ma il primo titolo continentale non è certo impossibile.

Fischio d’inizio alle ore 17:30 nella Tauron Arena di Cracovia, con diretta televisiva su Sportitalia, canale 60 del Digitale Terrestre e 225 della piattaforma Sky.

Foto: pagina Facebook EHF EURO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top