Pallamano, Europei 2016: Germania campione continentale! Spagna demolita 24-17

pagina-fb-ehf-euro-Hafner.jpg

La nazionale tedesca di pallamano maschile si laurea per la seconda volta nella sua storia campione d’Europa dopo Slovenia 2004, grazie al successo per 24-17 sulla Spagna, avvenuta nella magica cornice della TAURON Arena di Cracovia.

Inizio di gara in favore dei tedeschi, che chiudono i primi 10′ di gara con un netto 5-1, trascinati dalle parate di Andres Wolff e dalle 3 reti del terzino destro Kai Hafner. La Spagna a questo punto si rialza e grazie a Raul Entrerrios ed Alex Dujshebaev accorcia le distanze sul 7-4. Un parziale scaturito dall’eloquente dato delle espulsioni, con la Germania costretta a schierare il centrale Martin Strobel come portiere di movimento per ben cinque volte. I teutonici, anche in parità numerica, non riescono tuttavia a trovare la via della rete per quasi 9′, siglando il 9-5 proprio con Strobel ad interrompere il digiuno. Ancora Entrerrios (eletto MVP dell’Europeo) accorcia le distanze, ma la rete di Julius Kuhn chiude la prima frazione sul 10-6.

La ripresa è un monologo tedesco. I ragazzi di Dagur Sigurðsson, attraverso una difesa ai limiti della perfezione, riescono ad allungare fino al 22-13, con gli iberici andati a segno solamente dai 7 metri con l’ala Victor Tomas ed ancora con il centrale Entrerrios. L’offensiva spagnola è apparsa per tutta la gara troppo lenta e macchinosa, trovando molta difficoltà nel creare spazi nella 6-0 tedesca. Protagonista assoluto il portiere Andreas Wolff, che ha toccato il 56% di percentuale. Negli ultimi 10′ la sfida scivola via, con le due formazioni che si limitano a trascorrere il tempo rimasto senza pungersi troppo. Finisce 24-17 e con la festa tedesca. La Germania torna dunque nell’Olimpo della pallamano mondiale dopo gli ultimi deludenti anni.

Al terzo posto si insedia la Croazia, vittoriosa 31-24 sulla Norvegia. grazie alle 8 reti di Zlatko Horvat.

Foto: EHF EURO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top