Nuoto: gli azzurri macinano chilometri tra Sudafrica e Messico

Stefano-Morini-Gregorio-Paltrinieri-nuoto-foto-deepbluemedia.jpg

Piscina o acque libere che sia, la sostanza non cambia. Per andare forte in gara bisogna avere sul groppone centinaia, migliaia di chilometri d’allenamento. Lo sa Gregorio Paltrinieri, che prima del record mondiale nei 1500 stile libero in vasca corta degli Europei di Netanya ne ha nuotati oltre 100 alla settimana, e lo sanno gli azzurri del fondo, che in questi giorni a Johannesburg (Sudafrica) stanno lavorando duramente.

Impegnati in altura, ai 1800 metri dell’Ellis Park Swimming Pool, i caimani del Bel Paese si stanno preparando alla prima tappa della Coppa del Mondo 10 chilometri (a Viedma, Argentina, il 7 febbraio) e, soprattutto, alla gara olimpica del prossimo agosto con un programma intensissimo. Scrive infatti la Federnuoto: “La squadra si allena dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 11 e dalle 16.30 alle 19 per circa 18-20 km quotidiani, il sabato dalle 5 alle 8, oltre a 3 sedute di palestra settimanali“. Non male, soprattutto l’alzataccia all’alba nel weekend. Al collegiale sono presenti anche atleti non qualificati per Rio 2016: oltre a Rachele Bruni, Simone Ruffini e Federico Vanelli, ci sono dunque Arianna Bridi, Martina Grimaldi, Alice Franco, Aurora Ponselè, Ilaria Raimondi, Matteo Furlan e Mario Sanzullo.

Allenamento alle 5 di mattina ✔️ #Italfondo Federazione Italiana Nuoto Italia Team

Posted by Martina Grimaldi Official on Sabato 16 gennaio 2016

 

Saranno attesi da un programma simile gli atleti di vasca guidati da Stefano Morini. La partenza per San Luis Potosi, 500 chilometri a nord della capitale del Messico, è prevista per il 7 febbraio. Gabriele Detti, Gregorio Paltrinieri, Federico Turrini, Martina Rita Caramignoli, Diletta Carli, Sara Franceschi, Chiara Masini Luccetti, Stefania Pirozzi, Alessia Polieri, Simona Quadarella, Luisa Trombetti e Nicolangelo Di Fabio suderanno ai 1900 chilometri d’altitudine del centro sportivo La Loma. “Lavoreremo in vasca da 50 metri percorrendo circa 16-20 km al giorno – ha detto il Moro al sito federale -. Il lavoro sarà di tipo generale e non finalizzato. Tre volte a settimana faremo palestra intervallata anche da ginnastica a corpo libero. Il gruppo è molto unito perché lavoriamo insieme da tre anni e il centro La Loma è l’ideale per concentrare le forze e mettere fieno in cascina in vista dei prossimi appuntamenti agonistici“. Dal 28 febbraio al 12 marzo, invece, trasferimento a Fort Lauderdale, Florida, per continuare la preparazione per gli Assoluti di aprile (19-23) e la qualificazione olimpica in palio a Riccione.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top