Golf, Joburg Open: in tre al comando, sul fondo Laporta e Crespi

11025233_923497291016013_4621393900104533531_n.jpg

Si forma un terzetto al comando del Joburg Open (montepremi € 915.000) a diciotto buche dal termine. A prendere il sopravvento è stata la coppia di baby sudafricani Haydn Porteous e Zander Lombard e l’inglese Anthony Wall, in testa con -15 (200)  sul Royal Johannesburg & Kensington GC. Il più attivo è stato senz’altro il classe 1995 Lombard, autore di un eccezionale 65 (-7) frutto di ben nove birdie e due bogey, mentre il veterano britannico e il 21enne hanno piazzato un solido 68 (-4): ulitissimo il primo (quattro birdie e nessun bogey), più altalenante il secondo:(un eagle, tre bogey e cinque birdie).

Al loro inseguimento, a due lunghezze di distanza (-13), c’è un quartetto pronto a dare battaglia, formato dall’irlandese Paul Dunne, dallo statunitense Daniel Im, dal sudafricano Jacques Blaauw e dal leader di ieri, l’inglese Ross McGowan. Sono in corsa anche altri due padroni di casa, Justin Walters Jean Hugo, visti i tre colpi di ritardo dal trio di testa. Possono avere una chance anche il sudafricano Rhys West e lo svedese Björn Akesson, probabilmente al limite del proprie possibilità considerando i quattro colpi da recuperare (-11)

Si arenano sul fondo della classifica sia Marco Crespi che Francesco Laporta, entrambi al 68esimo posto pari al Par per il torneo (215). Il lissonese resta nei bassinfondi della classifica a causa di un 75 (+3) con un birdie e quattro bogey, mentre il pugliese crolla con un 76 (+4) dopo l’ottima rimonta di ieri; per il 26enne quattro bogey, due birdie ed un pesante doppio bogey, oltre a ventitré posizioni perse.

Twitter: @panstweet

Credit Federgolf

Lascia un commento

Top