Ginnastica, sarà un 2016 stellare! Tra Olimpiadi, Europei, Test Event: tutto quello che ci aspetta

IMG_9356.jpg

Il 2016 appena iniziato sarà un anno intensissimo per la ginnastica artistica che, come moltissimi altri sport, vivrà l’appuntamento clou del quadriennio. La Polvere di Magnesio sarà naturalmente uno dei grandi pilastri delle Olimpiadi 2016, in programma a Rio de Janeiro (Brasile) dal 5 al 21 agosto, ed è pronta a fare il proprio debutto nella rassegna a cinque cerchi come disciplina di Classe A insieme ad atletica leggera e nuoto.

Una promozione meritata considerando le Arene che il circuito della Polvere di Magnesio gremisce in ogni suo tappa. L’Olympic Arena da 12000 posti è il giusto premio per i grandi attrezzi che ci faranno sicuramente divertire e che metteranno in palio ben 14 medaglie d’oro.

 

Naturalmente per arrivare al meglio a Rio bisognerà prepararsi al meglio negli otto mesi che ci separano dalla rassegna a cinque cerchi. Soprattutto bisognerà anche qualificarsi. Il Test Event, in programma sempre a Rio de Janeiro nel mese di aprile, assegnerà infatti gli ultimi posti a disposizione per le Olimpiadi 2016: quattro squadre femminili e quattro maschili più tutti i pass individuali che rimarranno.

Per l’Italia e tutte le altre compagini del Vecchio Continente ci saranno gli Europei a Berna (prima gli uomini e poi le donne, tra fine maggio e inizio giugno): un’occasione perfetta per rodare le squadre a due mesi dai Giochi Olimpici! Nella capitale svizzera potremo già farci qualche idea degli equilibri in gara e dei vari quintetti (le squadre olimpiche, infatti, sono composte solo da cinque atlete).

Gli USA e le altre compagini americane saranno impegnate ai Pacific Rim. Niente Campionati Asiatici, spazio ai Campionati Africani.

 

Questo sarà anche l’ultimo anno con il codice dei punteggi attualmente in vigore prima del consueto cambio post-olimpico. Saranno anche le ultime Olimpiadi con cinque atleti per squadra (da Tokyo 2020 si scenderà a quattro).

Simone Biles riuscirà a conquistare l’oro olimpico e a chiudere un quadriennio dominato con tre titoli mondiali consecutivi? Aliya Mustafina realizzerà un ritorno da maestra? Gabby Douglas salirà nuovamente sul podio olimpico dopo l’apoteosi di Londra 2012? La Romania riuscirà a qualificarsi alle Olimpiadi, Iordache e Ponor conquisteranno medaglie? L’ultima recita di Vanessa Ferrari si concluderà con quel podio agognato e inseguito a lungo? A queste e a tante altre domande avremo una risposta nei prossimi mesi.

 

L’Italia femminile, già qualificata alle Olimpiadi, si preparerà attraverso le consuete tappe di Serie A, gli Europei e gli Assoluti. A marzo, però, ospiteremo naturalmente l’ormai tradizionale Trofeo di Jesolo che si preannuncia già spettacolare! Uomini invece dietro la lavagna dopo i pessimi Mondiali che ci hanno escluso dalle Olimpiadi con la squadra: due all-arounder saranno impegnati al Test Event per strappare l’unico pass a cinque cerchi che avremo a disposizione.

E poi tutti i vari Campionati Nazionali degli altri Paesi, i Trials, meeting internazionali, la nuova Coppa del Mondo e tante sfide per un anno spaziale che non si concluderà sicuramente a Rio, dove tra l’altro ritornerà il Galà Olimpico. Le esibizioni e le gare di fine stagione (tra cui anche la nostra Golden League) chiuderanno un 2016 da sballo!

Come seguire tutto? Naturalmente su OASport che ancora per un anno si appresta a essere casa della ginnastica, nel bene e nel male, con obiettività e senza l’eccessivo buonismo imperante che non riconosce le sconfitte, senza nascondersi dietro ai “bravi” di facciata, pronti a considerarla al pari delle altre discipline (come dovrebbe essere), criticando quando necessario ed esaltando quando meritato.

 

Tag

Lascia un commento

Top