Dakar 2016, nuova delusione per Barreda, penalizzato. Vince Goncalves. Ceci e Botturi in top 20

barredadakarFaceDakar.jpg

Nella quarta tappa della Dakar 2016 tra le moto è ancora dominio Honda. Primo test davvero impegnativo per il plotone guidato finora a sorpresa dallo slovacco Stefan Svitko (KTM). La carovana ha infatti percorso 629 km, di cui ben 429 di speciale, partendo ed arrivando a San Salvador De Jujuy, città argentina situata a nord, poco distante dal confine con la Bolivia. Tappa odierna con molte insidie, con i km validi per la classifica svolti ad un’altitudine media di 3.500 metri. Il terreno, talvolta sabbioso, talvolta roccioso, ha messo in seria difficoltà i centauri del Rally Raid più noto al mondo.

Veniamo alla cronaca. La tappa è stata vinta inizialmente da Joan Barreda su Honda, che ha percorso la frazione in 4 ore, 5 minuti e 30 secondi. Lo spagnolo, dopo la doccia fredda di ieri dovuta alla penalità di un minuto che gli ha causato l’arretramento dalla prima alla quinta posizione, ha messo sulla strada tutta la sua grinta, andandosi a prendere ciò che gli era stato tolto poco meno di 24 ore prima. Prestazione di rilievo dell’iberico, sempre in testa dai primi km, capace di accelerare da metà gara in poi e guadagnare minuti e secondi importanti.

Secondo posto per il suo compagno di team, il portoghese Paulo Goncalves, staccato di un minuto e 49 secondi. Terzo l’altro lusitano Ruben Faria, su Husqvarna, a 4 minuti e 24.

Quarto il sempre più convincente Kevin Benavides, argentino del Team Honda Sud-America, ad appena due secondi dal podio di giornata. Quinto l’australiano Toby Price (KTM), in ripresa dopo la batosta di ieri. Brutta giornata per il cileno Pablo Quintanilla (Husqvarna) e l’austriaco Matthias Walkner (KTM), rispettivamente a 7 ed 8 minuti dal battistrada.

Distacchi che, come si evince, con le prime importanti asperità, iniziano ad avere un certo peso specifico in chiave classifica generale

Capitolo italiani. Alessandro Botturi, che combatte con una lesione ai legamenti del polso destro, è riuscito comunque a portare la sua Yamaha nei primi 20, terminando la tappa al 17° posto con un distacco di 11 minuti e 10 secondi. Squillo di Paolo Ceci (Honda), che si fa notare in top 20. L’azzurro ha chiuso davanti a Botturi di 8 secondi, al 16° posto.

ORE 17:50 NUOVA PENALITA’ PER BARREDA

Come accaduto ieri, arriva anche al termine della quarta tappa la doccia fredda per Joan Barreda. Il pilota spagnolo della Honda, primo al traguardo di San Salvador de Jujuy, ha ricevuto una nuova penalizzazione, stavolta addirittura di 5 minuti.

Cambia dunque nei piani alti la classifica giornaliera e generale, con Barreda che scivola al quarto posto di tappa, ed al terzo nella overall.

Sorride il portoghese Paulo Goncalves, vincitore odierno e primo nella classifica generale. Guadagnano una posizione Ruben Faria (POR, Husqvarna) e Kevin Benavides (ARG, Honda). Invariate le posizioni dal quinto posto.

Per quanto riguarda la categoria dei quad, vittoria per il peruviano Alexis Hernandez su Yamaha in 4 ore, 53 minuti e 23 secondi. Alle sue spalle l’argentino Marcos Patronelli, staccato di soli 4 secondi. Sale sul podio anche oggi il cileno Ignacio Casale, che ha chiuso con 38 secondi di ritardo dal vincitore.

Perde 3 minuti e 57 secondi il brasiliano Marcelo Medeiros, fino ad oggi impeccabile, mentre continua la Dakar anonima del campione in carica. Il polacco Rafal Sonik ha infatti subito una nuova sonante battuta d’arresto, lontano oltre 9 minuti dal battistrada.

Crolla Brian Baragwanath, vittorioso nella terza tappa, lontanissimo dalle posizioni che contano. Purtroppo pesante ritardo anche per i nostri due azzurri. Sia Juan Carlos Carignani che Franco Picco hanno concluso la prova a cavallo dell’ora di distacco.

In classifica generale vola Casale, il cui primo inseguitore è a ben 11 minuti e porta il nome di Medeiros.

TOP TEN QUARTA TAPPA MOTO

1 – Joan Barreda (ESP, Honda) 04:05:30
2 – Paulo Goncalves (POR, Honda) ad un minuto e 49 secondi
3 – Ruben Faria (POR, Husqvarna) a 4 minuti e 24 secondi
4 – Kevin Benavides (ARG, Honda) a 4 minuti e 26 secondi
5 – Toby Price (AUS, KTM) a 5 minuti e 50 secondi
6 – Antoine Meo (FRA, KTM) a 6 minuti e 4 secondi
7 – Michael Metge (FRA, Honda) a 7 minuti e 9 secondi
8 – Gerard Farres (ESP, KTM) a 7 minuti e 12 secondi
9 – Ricky Brabec (USA, Honda) a 7 minuti e 18 secondi
10 – Pablo Quintanilla (CIL, Husqvarna) a 7 minuti e 41 secondi

16 – Paolo Ceci (Honda) ad 11 minuti e 2 secondi
17 – Alessandro Botturi (Yamaha) ad 11 minuti e 10 secondi

TOP TEN AGGIORNATA QUARTA TAPPA MOTO

1 – Paulo Goncalves (POR) 04:07:19
2 – Ruben Faria (POR) a 2 minuti e 35 secondi
3 – Kevin Benavides (ARG) a 2 minuti e 37 secondi
4 – Joan Barreda (ESP) a 3 minuti ed 11 secondi (5 minuti di penalità)
5 – Toby Price (AUS) a 4 minuti ed un secondo
6 – Antoine Meo (FRA, KTM) a 6 minuti e 4 secondi
7 – Michael Metge (FRA, Honda) a 7 minuti e 9 secondi
8 – Gerard Farres (ESP, KTM) a 7 minuti e 12 secondi
9 – Ricky Brabec (USA, Honda) a 7 minuti e 18 secondi
10 – Pablo Quintanilla (CIL, Husqvarna) a 7 minuti e 41 secondi

TOP FIVE QUARTA TAPPA QUAD

1 – Alexis Hernandez (PER, Yamaha) 04:53:23
2 – Marcos Patronelli (ARG, Yamaha) a 4 secondi
3 – Ignacio Casale (CIL, Yamaha) a 38 secondi
4 – Marcelo Medeiros (BRA, Yamaha) a 3 minuti e 57 secondi
5 – Mohammed Abu-Issa (QAT, Honda) a 4 minuti e 17 secondi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Fonte foto: pagina Facebook Dakar

Lascia un commento

Top