Dakar 2016, le classifiche. Tesoretto per Loeb tra le auto. Price comanda tra le moto. Casale in mini-fuga

Dakar-generica-Pagina-FB-Dakar.jpg

Alla vigilia della terza tappa della Dakar 2016, diamo uno sguardo alla top ten delle classifiche delle varie categorie. Il debuttante Sebastien Loeb, con la gran prova odierna, ha acquisito una sorta di tesoretto in vista dell prossime tappe per quel che riguarda le auto. Nella Dakar è quasi impossibile amministrare vantaggi così irrisori, ma il transalpino già nella seconda tappa ha messo sul tavolo tutte le sue carte.

Primo degli italiani Michele Cinotto su Polaris, 54° a 59 minuti.

Nella categoria moto Toby Price ha alzato la voce, bruciando Faria, che in classifica segue ad un minuto e due secondi in seguito al minuto di penalità inflitto dalla giuria. Il nostro Alessandro Botturi è a ridosso della top ten, 11°.

Il cileno Ignacio Casale ha dominato la prova nella categoria quad. Primo degli azzurri Juan Carlos Carignani, 22°. A sorpresa l’olandese Hans Stacey guida il plotone dei camion.

CLASSIFICA GENERALE CATEGORIA AUTO – TOP TEN

1 – Sebastien Loeb (FRA, Peugeot) 03:52:03
2 – Stephane Peterhansel (FRA, Peugeot) a 2 minuti e 23 secondi
3 – Giniel De Villiers (RSF, Toyota) a 3 minuti ed un secondo
4 – Mikko Hirvonen (FIN, MINI) a 3 minuti e 3 secondi
5 – Leeroy Poulter (RSF, Toyota) a 3 minuti e 40 secondi
6 – Vladimir Vasilyev (RUS, Toyota) a 3 minuti e 42 secondi (un minuto di penalità)
7 – Bernhard Ten Brinke (NED, Toyota) a 4 minuti e 53 secondi
8 – Ciryl Despres (FRA, Peugeot) a 5 minuti (un minuto di penalità)
9 – Nasser Al-Attiyah (QAT, MINI) a 5 minuti e 14 secondi (un minuto di penalità)
10 – Martin Prokop (CZE, Toyota) a 5 minuti e 29 secondi (un minuto di penalità)

54 – Michele Cinotto (ITA, Polaris) a 59 minuti
63 – Eugenio Amos (ITA, Polaris) ad un’ora, 5 minuti e 39 secondi
92 -Stefano Marrini (ITA, Mitsubishi) ad un’ora, 58 minuti e 36 secondi
93 – Bruno Rodi (ITA, Desert Warrior) a due ore e 53 secondi

CLASSIFICA GENERALE CATEGORIA MOTO – TOP TEN

1 – Toby Price (AUS, KTM) 03:53:09
2 – Ruben Faria (POR, Husqvarna) ad un minuto e 02 secondi (un minuto di penalità)
3 – Alain Duclos (FRA, Sherco) ad un minuto e 53 secondi
4 – Matthias Walkner (AUT, KTM) ad un minuto e 59 secondi
5 – Stefan Svitko (SVK, KTM) a 2 minuti e 21 secondi (un minuto di penalità)
6 – Joan Barreda (ESP, Honda) a 3 minuti e 4 secondi
7 – Paulo Goncalves (POR, Honda) a 3 minuti e 20 secondi
8 – Kevin Benavides (ARG, Honda) a 3 minuti e 26 secondi
9 – Pablo Quintanilla (CIL, Husqvarna) a 4 minuti e 24 secondi
10 – Juan Pedrero Garcia, Sherco) a 4 minuti e 30 secondi

11 – Alessandro Botturi (ITA, Yamaha) a 6 minuti e 25 secondi
20 – Paolo Ceci (ITA, Honda) ad 11 minuti e 20 secondi
28 – Jacopo Cerutti (ITA, Husqvarna) a 16 minuti e 02 secondi
45 – Manuel Lucchese (ITA, Yamaha) a 26 minuti e 48 secondi
67 – Toia Diocleziano (ITA, KTM) a 42 minuti e 18 secondi
75 – Alessandro Barbero (ITA, Husqvarna) a 46 minuti ed 1 secondo (un minuto di penalità)
96 – Livio Metelli (ITA, KTM) a 57 minuti
120 – Federico Ghitti (ITA, Yamaha) ad un’ora, 23 minuti e 48 secondi
124 – Francesco Catanese (ITA, Yamaha) ad un’ora, 35 minuti e 32 secondi

CLASSIFICA GENERALE CATEGORIA QUAD – TOP FIVE

1 – Ignacio Casale (CIL, Yamaha) 04:18:01
2 – Brian Baragwanath (RSF, Yamaha) a 4 minuti
3 – Alejandro Patronelli (ARG, Yamaha) a 4 minuti e 6 secondi
4 – Marcelo Medeiros (BRA, Yamaha) a 4 minuti ed 23 secondi
5 – Marcos Patronelli (ARG, Yamaha) a 6 minuti e 37 secondi

22 – Juan Carlos Carignani (ITA, Yamaha) a 21 minuti e 48 secondi
27 – Franco Picco (ITA, CAN-AM) a 35 minuti e 14 secondi

CLASSIFICA GENERALE CATEGORIA CAMION – TOP FIVE

1 – Hans Stacey (NED, MAN) 04:18:18
2 – Pieter Verlsluis NED, MAN) a 48 secondi
3 – Gerard De Rooy (NED, IVECO) ad un minuto e 51 secondi
4 – Martin Kolomy (CZE, Tatra) a 2 minuti e 39 secondi
5 – Federico Villagra (ESP, IVECO) a 2 minuti e 44 secondi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Fonte foto: pagina Facebook Dakar

Lascia un commento

Top