Dakar 2016, il francese Meo brucia Price e si aggiudica l’undicesima tappa tra le moto

antoinemeodakar2016.jpg

La Dakar 2016 entra nelle sue fasi finali. Dopo i tre giorni di dune che hanno fatto male a molti piloti ed equipaggi, la corsa affronta uno stage misto. L’undicesima tappa, da La Rioja a San Juan, agglomera infatti km con terreno talvolta sabbioso, talvolta ghiaioso. I minuti persi e gli inconvenienti sono quindi dietro l’angolo anche oggi. La frazione, per tutte le categorie, prevede circa 430 km di speciale, da affrontare a tutto gas.

Tra le moto seconda vittoria di tappa per il francese Antoine Meo. Il pilota della KTM bissa il successo di Salta chiudendo le fatiche odierne con il tempo di 5 ore, 19 minuti ed 8 secondi, beffando così il suo compagno di team, e leader indiscusso della classifica generale, Toby Price. L’australiano, a caccia del sesto sigillo della sua straordinaria Dakar, paga soltanto 18 secondi al transalpino, e con una nuova prestazione autorevole consolida il suo vantaggio nella overall. Price, dopo aver amministrato mezzo e fisico nella tappa di ieri, è tornato a volare tra i sentieri argentini.

Terzo posto per il cileno Pablo Quintanilla, in sella ad una moto Husqvarna. Il sud-americano ha combattuto per la vittoria viaggiando sui tempi dei piloti KTM fino ad una cinquantina di km dal termine, giungendo al traguardo infine con 2 minuti e 48 secondi di ritardo.

Il portoghese Helder Rodrigues su Yamaha si piazza ai piedi del podio, staccato di 6 minuti e 2 secondi dal vincitore di giornata.

Paulo Goncalves, altro lusitano, si è invece ritirato dopo 118 km di speciale. Lo sfortunato pilota Honda ha abbandonato la gara in compagnia dello staff medico.

In classifica generale Price continua a collezionare minuti di vantaggio. L’australiano adesso ne vanta ben 35 sul suo immediato inseguitore, ovvero lo slovacco Stefan Svitko. Meo sale virtualmente su un podio tutto griffato KTM.

AGGIORNAMENTO ORE 20:30 – A causa dell’elevato caldo e delle difficoltà di molti piloti ancora impegnati nell’undicesima tappa, la direzione di gara ha deciso di stoppare al check point numero 2 la frazione per la categoria moto. Tuttavia i tempi dei top rider arrivati al traguardo sono stati convalidati.

Per quanto riguarda la categoria quad, vittoria per l’argentino Alejandro Patronelli, che chiude in 6 ore, 20 minuti e 15 secondi. Segue il sud-africano Brian Baragwanath, staccato di un minuto e 6 secondi, terzo Marcos Patronelli, ad un minuto e 26, poi, come sempre, il vuoto.

Nella overall continua il derby di famiglia.

TOP TEN UNDICESIMA TAPPA MOTO

1 – Antoine Meo (FRA, KTM) 05:19:08
2 – Toby Price (AUS, KTM) a 18 secondi
3 – Pablo Quintanilla (CIL, Husqvarna) a 2 minuti e 48 secondi
4 – Helder Rodrigues (POR, Yamaha) a 6 minuti e 2 secondi
5 – Adrien Van Beveren (FRA, Yamaha) a 12 minuti e 9 secondi
6 – Kevin Benavides (ARG, Honda) a 12 minuti e 13 secondi
7 – Stefan Svitko (SVK, KTM) a 12 minuti e 29 secondi
8 – Jan Blythe (USA, KTM) a 21 minuti e 28 secondi
9 – Jordi Viladoms (ESP, KTM) a 25 minuti e 29 secondi
10 – Gerard Farres (ESP, KTM) a 27 minuti e 7 secondi

13 – Jacopo Cerutti (ITA, Husqvarna) a 34 minuti e 24 secondi

TOP FIVE UNDICESIMA TAPPA QUAD

1 – Alejandro Patronelli (ARG, Yamaha) 06:20:15
2 – Brian Baragwanath (RSF, Yamaha) ad un minuto e 6 secondi
3 – Marcos Patronelli (ARG, Yamaha) ad un minuto e 26 secondi
4 – Sergei Karyakin (RUS, Yamaha) a 17 minuti e 49 secondi
5 – Jeremia Gonzalez (ARG, Yamaha) a 28 minuti e 56 secondi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top