Ciclismo: tutti gli italiani impegnati nel World Tour 2016

Agnoli-Nibali-Astana-Foto-Gianluca-Santo.png

Sta per iniziare una nuova stagione di ciclismo internazionale. Come ogni anno il World Tour scatterà con il Tour Down Under, in Australia. Andiamo però a fare una panoramica, squadra per squadra, su tutti i corridori italiani impegnati nel massimo circuito internazionale.

AG2R

Dopo la brutta caduta al Giro 2015 ed una stagione deludente, questo deve essere l’anno di Domenico Pozzovivo che punta su Tour, classiche e Olimpiadi di Rio. Presente anche Matteo Montaguti, spesso e volentieri in fuga con discreti risultati.

ASTANA

Anche se non è italiana, questo è il vero team tricolore. Da Fabio Aru e Vincenzo Nibali, dei quali abbiamo già parlato nei giorni scorsi (e continueremo a farlo nei successivi), che vogliono Tour e Giro (oltre alle Olimpiadi), passando per Diego Rosa, dal quale ci si aspetta la consacrazione, oltre ai tantissimi gregari: Agnoli, Capecchi, Cataldo, Malacarne, Scarponi, Tiralongo e Vanotti, che possono anche togliersi qualche soddisfazione parziale. Da non dimenticare Guardini per le volate nell’anno del Mondiale di Doha.

BMC

Cinque azzurri nel team statunitense, tutti di gran caratura. Damiano Caruso ed Alessandro De Marchi saranno utilissimi nei grandi giri, oltre che da gregari, anche come punte per frazioni parziali. Manuel Quinziato è una garanzia e nel 2015 sembra aver trovato una forma mai vista. Daniel Oss può lottare con i big nelle classiche del Nord, anche se non ha ancora la forza per primeggiare. Infine Manuel Senni, passato professionista lo scorso anno e già autore di discrete prove.

CANNONDALE PRO CYCLING TEAM

In gran parte corridori giovani. Marangoni e Bettiol saranno molto probabilmente gregari, mentre cercheranno un posto da protagonisti Moreno Moser, Davide Formolo e Davide Villella. In particolare Formolo ha dimostrato di avere già nelle gambe grandi risultati nonostante la giovane età (vittoria di tappa al Giro).

ETIXX QUICK STEP

Tre azzurri nella squadra che può essere citata come la più forte al mondo, soprattutto considerando le classiche. Proprio per questo Gianluca Brambilla può farsi valere nelle corse a tappe. Che sia l’anno buono per vedere Matteo Trentin capitano? Passato finalmente tra i pro, debutto in una big per Davide Martinelli, non ci si aspetta molto da lui, soltanto una costante crescita in vista delle prossime stagioni.

IAM CYCLING

Solo Matteo Pelucchi nella squadra svizzera. Il 26enne velocista azzurro l’anno scorso ha stupito con quattro successi, arrivati battendo comunque avversari di gran spessore. Questo è l’anno giusto per conquistare la maglia azzurra.

LAMPRE MERIDA

L’unica compagine italiana del World Tour (in attesa che lo diventi la Trek-Segafredo). Assieme all’ex campione del mondo Rui Costa, Modolo (velocista che punta a Sanremo e Mondiale) ed Ulissi (per lui obiettivi parziali nei grandi giri e le classiche delle Ardenne) sono i capitani. Possibili outsiders Cimolai e Conti. Bono, Cattaneo, Ferrari e Mori saranno come al solito ottimi gregari, mentre c’è curiosità nel vedere la prima stagione di Petilli e Zurlo nel World Tour.

MOVISTAR

Giovanni Visconti ed Adriano Malori. Il siciliano è un gregario di lusso per la squadra spagnola, stesso dicasi per l’emiliano che però nelle cronometro potrà sfoderare tutta la sua classe (vice campione del mondo).

TEAM DIMENSION DATA

Dopo la splendida vittoria alla Vuelta, Kristian Sbaragli vuole ancora sorprendere. Per lui obiettivo vincere ancora e cercare l’azzurro sfuggito a Richmond.

TEAM KATUSHA

Jacopo Guarnieri è l’ultimo uomo perfetto per le volate di Alexander Kristoff: anche lui vuole volare in Qatar per essere di grande aiuto per la causa italiana.

TEAM LOTTO NL JUMBO

Dopo tante stagioni alla Bardiani, cerca la definitiva esplosione Enrico Battaglin, approdato nel World Tour con due vittorie di tappa al Giro a fare da palmares.

TEAM SKY

Salvatore Puccio gregario da inserire anche in fughe, Elia Viviani sprinter ormai tra i migliori al mondo e Gianni Moscon, al primo anno da pro, per sorprendere. Gli azzurri del Team Sky sono pochi ma ottimi.

TINKOFF

Qui gli italiani sono soprattutto gregari, come dimostrato negli anni da parte di Boaro, Bennati e Tosatto. Importante l’arrivo di Oscar Gatto, che andrà ad aiutare Sagan nelle classiche e proverà a togliersi qualche soddisfazione.

TREK-SEGAFREDO

Qui si può puntare in alto. Giacomo Nizzolo, maglia rossa al Giro, e Niccolò Bonifazio per gli sprint; Fabio Felline per classiche e arrivi insidiosi; Coledan e Alafaci invece saranno gregari.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Gianluca Santo

Lascia un commento

Top