Ciclismo, Adriano Malori: “Il percorso della cronometro olimpica a Rio è molto duro”

malori1.png

Adriano Malori, Valerio Agnoli ed il ct Davide Cassani si trovano in Brasile per testare i percorsi olimpici delle prove di ciclismo a Rio 2016. Oggi verranno raggiunti anche da Fabio Aru e Vincenzo Nibali.

Il primo giorno è stato dedicato all’analisi del tracciato che assegnerà il titolo a cinque cerchi della cronometro. Il circuito di Grumari, lungo 24,8 km, sarà da ripetere due volte e presenta due salite, una delle quali di 1,2 km, senza dimenticare diversi tratti in pavé, strade strette, tornanti e discese.

Insomma, un percorso esigente, come ammette lo stesso Malori alla Federciclismo: “Un percorso duro, molto duro, più di quanto mi aspettassi. Inoltre oggi c’è stata molta umidità ed abbiamo sudato non poco. Non ci sono tratti dove poter rilanciare o dove poter fare la differenza. Sarà fondamentale andare forte in salita come mai ho fatto in vita mia. Oggi abbiamo svolto un buon lavoro ed è stato veramente utile poterlo visionare e testare“.

Il vice-campione del mondo in carica ha poi aggiunto sul proprio profilo Twitter: “Una crono forse troppo dura per me, ma mollare non rientra tra i miei piani“.

Non è un caso, dunque, che Cassani abbia pensato a Nibali anche per la prova contro il tempo. Ora toccherà allo Squalo capire se esistono le basi per accettare questa nuova sfida.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

 

Lascia un commento

Top