Calcio a 5, Europei 2016: le stelle della manifestazione

calcio-a-5-Lima.jpg

Il Campionato Europei 2016 di calcio a cinque è sempre più vicino ad iniziare e tutte le dodici squadre partecipanti preparano le loro armi per provare ad arrivare sino alla finalissima del 13 febbraio in quel dell’arena di Belgrado.

Andiamo quindi a scoprire quali saranno le stelle della kermesse serba:

ITALIA
Gabriel Lima: sicuramente il top player azzurro. Il capitano del gruppo di Menichelli ha dimostrato in tutti questi anni la sua forza essendo capace di giocare su tutti e due i lati del campo con estrema facilità ed intendendosi al meglio con tutti i compagni di squadra.

RUSSIA
Dmitri Lyskov: uno dei cannonieri di riferimento di tutto il movimento del futsal russo. Sa farsi trovare pronto nei momenti che contano: ad Euro 2014 ha portato con i suoi gol la sua nazionale sino alla finale, persa poi proprio contro l’Italia 3-1, ed è certo che questa volta vorrà arrivare ad alzare la coppa.

SPAGNA
Ortiz: per gli appassionati del futsal, basta il nome. Nel suo palmares ci sono già tre titoli continentali ed un bagaglio di esperienza ed un’intelligenza tattica da far impallidire chiunque.  Sarà affamato di tornare a vincere, inoltre, dopo aver saltato la semifinale del 2014 per una squalifica.

PORTOGALLO
Ricardinho: uno dei fuoriclasse totali a livello planetario. Tecnica abbacinante, leadership e capacità di vincere la partita da solo lo fanno identificare da tutti come uno dei giocatori più temuti e rispettati della kermesse.

SERBIA
Marko Peric: il factotum della squadra organizzatrice dell’evento avrà sulle sue spalle il peso di una nazione intera, ma senza ombra di dubbio saprà come trasformare questa “pressione” in forte motivazione. Da quattordici anni è sulla scena internazionale. Difensore ruvido ed efficace, ma anche buon attaccante all’occorrenza.

CROAZIA
Dario Marinovic:
compagno di squadra del nostro Lima nel Murcia, il 25enne croato è stato il top scorer della sua  nazionale nelle partite di qualificazione all’Europeo (5 goal). Pericolo offensivo per gli avversari, dunque, e motivatore di un gruppo come quello della Croazia pronto a spiccare il volo.

AZERBAIJAN
Vitaliy Borisov: è considerato una delle “pietre miliari” della squadra azera a questo Campionato Europeo. Ha il gol nel sangue ed a livello continentale mastica questi palcoscenici dal 2010.

REPUBBLICA CECA
Lukas Resetar: in attacco con il pallone fra i piedi è capace di tutto. Ha un ottimo tiro ed un buon fisico con cui spesso ingaggia duelli, che vince, con i difensori per difendere la sfera e divincolarsi. Nel suo Paese è un’istituzione, non fosse altro che per le cento e più presenze con la maglia della nazionale, accompagnate da cinquanta gol realizzati.

UNGHERIA
Zoltan Droth: se l’Ungheria sarà parte integrante di questa kermesse lo deve a lui ed al suo gol decisivo nello spareggio contro la Romania. Pivot di quasi due metri d’altezza (194 cm), non è solo di presenza fisica: con la sua tecnica infatti sa favorire l’inserimento dei compagni con abili sponde e tocchi precisi.

UCRAINA
Yevgen Ivanyak: estremo difensore fra i migliori nel suo ruolo, è in grado di giocare abilmente anche con i piedi e riproporre l’azione con rapidità. Capitano e condottieri della sua nazionale, con cui punta almeno ad un posto fra le “Magnifiche 8”.

SLOVENIA
Kristjan Cujec: è uno di quegli attaccanti che tutti gli allenatori e i compagni di squadra vorrebbero. Non è un leader bravo con le parole, ma lascia che siano i fatti ad esprimersi per lui. Sa fare gol, è già a cinquanta con la maglia della sua rappresentativa, ma sa anche lavorare per il gruppo.

KAZAKHSTAN
Dinmukhambet Suleimenov: da quasi un decennio sulla scena internazionale, egli ha dimostrato più volte di essere un giocatore di assoluto spessore a cui non mancano doti tecniche ed un alto livello di concentrazione per vincere. Il successo nella Uefa Futsal Cup, con il suo Kairat Almaty è lì a dimostrarlo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Divisione Calcio a 5 / Cassella

Lascia un commento

Top