Biathlon: l’Italia sfiora il podio nella staffetta, successo per la Francia sulla Repubblica Ceca

DSC_0439-min.jpg

ANTERSELVA – Si è conclusa la staffetta femminile di Anterselva, sede della sesta tappa della Coppa del Mondo di biathlon, con il successo della Francia che ha distanziato di 17.2 secondi la Repubblica Ceca. Sul podio anche la Russia nonostante una grandissima rimonta di Wierer nell’ultimo giro, che ha portato l’Italia al quarto posto a soli 6 decimi da Podchufarova.

Il quartetto francese presentava per la prima volta in stagione tutte le atlete di punta, con Justine Braisaz, Anais Bescond, Anais Chevalier e Marie Dorin Habert, facendo valere le proprie abilità al poligono con sole 8 ricariche utilizzate. Decisiva la rimonta in seconda frazione di Bescond, che ha impressionato per il passo sugli sci, mentre in ultima frazione Dorin ha amministrato e ben gestito il vantaggio sulle squadre rivali.

Torna sul podio la nazionale iridata in carica, ossia la Repubblica Ceca (Eva Puskarcikova, Lucie Charvatova, Gabriela Soukalova, Veronika Vitkova, 2+7). In seconda frazione Charvatova ha perso terreno dalla testa della corsa, incorrendo in due giri di penalità nella serie in piedi, ma le compagne Soukalova e Vitkova hanno realizzato una grandissima rimonta risalendo dalla 12esima alla seconda posizione finale.

Weekend magico per la Russia, che coglie il primo podio stagionale anche in questo format, con Ekaterina Shumilova, Anastasia Zagoruiko, Ekaterina Yurlova e Olga Podchufarova, che complessivamente hanno utilizzato dieci ricariche. Le due vincitrici delle due gare individuali di Anterselva hanno rimontato fino alla terza posizione finale nonostante qualche imprecisione al poligono.

Si piazzano ai piedi del podio le azzurre, con Lisa Vittozzi, Karin Oberhofer, Federica Sanfilippo e Dorothea Wierer, che complessivamente hanno fatto ricorso a undici ricariche. In prima frazione la sappadina si è ben difesa sugli sci, mancando un bersaglio a terra e due in piedi dando il cambio ad Oberhofer con 46 secondi dalla testa. L’alpina di Velturno ha a sua volta utilizzato tre ricariche, recuperando però fino alla sesta posizione in compagnia della Russia. Federica Sanfilippo si è difesa, nonostante non fosse al meglio della condizione per via dell’influenza che ha contratto la scorsa settimana, passando il testimone a Wierer a quasi un minuto dalla testa.

La 25enne di Rasun ha sfiorato l’impresa, grazie a due serie rapide al poligono dove ha mancato un solo bersaglio in piedi. Nell’ultimo giro, anche grazie al sostegno del pubblico di casa, ha messo in pista tutto quello che aveva, mancando il podio per soli 6 decimi.

Quinta posizione per la Norvegia, con Tiril Eckhoff che ha perso l’occasione per salire sul podio incorrendo in un giro di penalità. Precise al tiro Svezia, Bielorussia e Kazakistan, le nazioni con meno errori al poligono. Perdono terreno nella classifica di specialità Ucraina e Germania, che chiudono la top ten al nono e decimo posto.

Foto: Romeo Deganello

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top