Biathlon, le dichiarazioni. Lukas Hofer: “La forma sta arrivando nel momento giusto”

DSC_0470-min.jpg

Vi riportiamo le dichiarazioni direttamente da Anterselva delle atlete che hanno conquistato il podio nella sprint maschile di oggi. La prima posizione è andata al tedesco Simon Schempp, alla terza vittoria consecutiva nella 7.5 della Alto Adige Arena:

“Non mi aspettavo di certo la vittoria dopo la malattia che non mi ha permesso di gareggiare a Ruhpolding. Sono davvero contento di poter gareggiare qui, anche se è complicato il tiro ma riesco a gestire bene la situazione. Per me è stato davvero difficile guardare la tappa di casa in tv e spero di poter realizzare la doppietta sprint-inseguimento anche in questa stagione”.

Sopresa di giornata per il russo Maxim Tsvetkov, al suo primo podio in Coppa del Mondo:

“Sono contentissimo, essere sul podio è una sensazione incredibile e indescrivibile. Al poligono mi sono sentito sempre a mio agio nonostante avessi spinto molto nel primo giro”.

Contento del podio ma insoddisfatto per il mancato successo il norvegese Tarjei Boe:

“A dire la verità non mi piace gareggiare qui per via dell’altitudine, ma ho attaccato fin dal primo metro. Qui è bello gareggiare per le condizioni, c’è sempre il sole. Sto aspettando ancora la mia prima vittoria stagionale, devo guadagnare altro terreno per meritarla e ci riproverò domani. Ci siamo spostati qui direttamente da Ruhpoliding per prepararci al meglio in questo appuntamento”.

C’è soddisfazione anche in casa Italia per i risultati ottenuti oggi dagli azzurri, come riportano le dichiarazioni rilasciate dal sito FISI. Per Lukas Hofer il dodicesimo posto nella sprint di Anterselva rappresenta il suo miglior piazzamento stagionale:

“Le buone sensazioni che avevo sentito a Ruhpolding sono state confermate. E’ stata una bella gara, mi sentivo bene sugli sci, mi dispiace solamente avere sbagliato l’ultimo colpo, ma fa parte delle gare. La forma sta arrivando nel momento giusto, anche la gara di oggi ha confermato che c’è un grandissimo equilibrio e nella pursuit di sabato può veramente accadere di tutto”.

Contento anche Christian De Lorenzi, sedicesimo all’arrivo:

“Sono arrivato al traguardo veramente stremato ma ci tenevo tantissimo a cogliere un buon risultato alla mia ultima apparizione ad Anterselva. Era fondamentale fare uno 0 al poligono e ci sono riuscito, purtroppo ho perso qualcosina nell’ultimo giro ma alla mia età può accadere. Nella pursuit cercherò di rimanere agganciato il più possibile alle posizioni di vertice, senza andare fuori giri perchè si può pagare su questa pista”.

Sfortunato Dominik Windisch, diciannovesimo, che spiega l’incidente occorso nella serie in piedi dove ha mancato il bersaglio finale:

“Mi si è appannato l’occhiale e così ho alzato la visiera, purtroppo l’occhio si è bagnato e sono arrivato all’ultimo colpo che ho sparato praticamente senza guardare. Peccato, però sono ancora in corsa per un bel piazzamento nella pursuit”.  

Foto: Romeo Deganello

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top