Basket, Eurocup: prima gioia per Sassari, Reggio Emilia ok. Colpo esterno per Venezia, stop Trento

basket-david-logan-sassari-fb-dinamo-sassari-official-900x599.jpg

Si è conclusa la seconda giornata delle Last 32 di Eurocup. Dopo la vittoria di ieri dell’Olimpia Milano, erano impegnate sul parquet le altre quattro rappresentanti italiane, Trento, Venezia, Reggio Emilia e Sassari.

Trabzonspor-Trento: non arriva la seconda vittoria in due partite per la Dolomiti Energia, respinta al mittente dai turchi al Trabzonspork Medical Park per 92-70. Gli ospiti partono anche con un buon piglio nel primo quarto, volando sull’8-14, ma già al termine del periodo i padroni di casa chiudono avanti sul 22-17. Il Trabzonsport, guidato da Hardy e da Kulig, scappa via con il passare dei minuti e allunga sul +14 all’intervallo. Gli uomini di Boscaglia restano maggiormente a contatto nel terzo quarto, ma Pascolo&co. devono gettare definitivamente la spugna nell’ultimo quarto, quando i turchi danno il colpo decisivo.

Tabellino: 92-70 (22-17; 23-14; 20-17; 22-17
Trabzonspor: Thompson 7, Sanli 2, Candan 10, Hardy 23, Kitchen 5, Demirel 5, Saruhan, Yildririm, Basturk, Gulaslan 4, Stipanovic 16, Kulig 20
Trento: Poeta 5, Sanders 9, Pascolo 17, Baldi Rossi 9, Forray 5), Lofberg 5, Flaccadori 0, Sutton 8, Lockett 3 (1/3), Lechthaler 0, Wright


Zielona Gora-Venezia
: la Reyer trova una fondamentale vittoria esterna sul proprio cammino a Zielona Gora, riscattando la sconfitta casalinga contro il San Pietroburgo con un bell’83-92 in Polonia. Contro i campioni nazionali l’Umana parte alla pari con i padroni di casa e viene trascinata da uno strepitoso Mike Green (11 punti nel primo quarto), ma nel secondo periodo è costretta sempre a rincorrere lo Stelmet che allunga sul 46-39. Al rientro dagli spogliatoi, però, c’è solo Venezia. Gli uomini di Recalcati ci mettono un po’ per carburare, ma rimontano e superano di slancio i polacchi con un parziale di 15-31. Negli ultimi dieci minuti Green&co. resistono agli assalti avversari e chiudono in relativa scioltezza.

Tabellino: 83-92 (21-22; 25-17; 15-31; 22-22)
Zielona Gora: Bost 6, Zywert, Szewczyk 12, Ponitka, Moldoveanu 15, Ponitka M 13, Gruszecki 6, Hrycaniuk 2, Zmojski 6, Borovnjak 10, Djurisic 1, Koszarek 12
Venezia: Goss 7, Bramos 9, Tonut 7, Jackson 7, Green 24, Ruzzier , Owens 15, Ress 9, Ortner 12, Viggiano 2


Sassari-Galatasaray
: prestazione maiuscola e vittoria di estrema importanza per il Banco di Sardegna, che si sblocca dopo undici sconfitte consecutive con un sofferto 79-74 sul Galatasaray. Ad iniziare meglio sono i turchi, che toccano anche il +10 nel primo quarto e lo chiudono 13-18. Dal 17-24 nel secondo periodo, però, i sardi iniziano la propria rimonta e giocano punto a punto con gli ospiti fino al 37-37 che manda le squadre all’intervallo. Il terzo quarto è ancora appannaggio del Galatasaray (55-59 alla fine), ma Logan&co. piazzano uno splendido break di 13-2 e ribaltano il match (grandi protagonisti Logan e Stipcevic) resistendo ai tentativi di contro rimonta degli ospiti rispondendo punto a punto fino alla fine.

Tabellino: 79-74 (13-18; 24-19; 18-22; 24-15)
Reggio Emilia-Pinar Karsikaya: bel successo anche per la Grissin Bon in un impegno non facile contro i campioni di Turchia, battuti dagli uomini di Menetti per …. Eppure, i reggiani sono stati costretti a ricucire il gap creatosi nel finale del primo quarto, quando gli ospiti hanno allungato sul 18-25 con uno 0-8. Trascinata dal solito blocco italiano, però, nei secondi dieci minuti Reggio si è scatenata e con un perentorio 18-2 ha rovesciato la partita, chiudendo poi in vantaggio 46-42 all’intervallo. Nel terzo quarto gli emiliani prendono definitivamente il largo con un break di 12-0 (Aradori sugli scudi) che spezza le gambe alla formazione turca. Gli ospiti restano sempre a doppia cifra di distacco e si riavvicinano soltanto quando è troppo tardi.

Tabellino: 88-81 (18-25; 28-17; 30-21; 12-18)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Facebook Dinamo Sassari

Lascia un commento

Top