Basket, Eurocup Last 32: Trento vince il derby, Milano crolla a Berlino, Venezia sconfitta di misura

baskt-julian-wright-trento-fb-aquila-basket-trento.jpg

Dopo la sconfitta del Banco di Sardegna Sassari, questa sera scendevano in campo le altre quattro squadre italiane impegnate nella prima giornata delle Last 32 di Eurocup. In programma c’era il derby tutto italiano tra Trento e Reggio Emilia, che si è concluso con il successo della Dolomiti Energia per 82-63. Un successo netto per Pascolo e compagni, che hanno subito allungato nel primo quarto, per poi gestire il vantaggio e alla fine chiudere con un rassicurante +19 in chiave scontro diretto.

Come detto, decisivi i primi dieci minuti ed un inizio scoppiettante di Trento, che si porta addirittura sul 16-2 e poi sul 20-4. Reggio Emilia ha una timida reazione nel secondo quarto, ma nei successivi venti minuti la formazione di Buscaglia amministra ed addirittura allunga anche sul +21, per poi chiudere 82-63, confermando la solidità casalinga dimostrata fino ad ora in tutta la competizione.

Come per Sassari, inizia malissimo l’Eurocup anche per l’altra squadra scesa dall’Eurolega. L’Emporio Armani Milano crolla a Berlino contro l’Alba 83-67. L’Olimpia si conferma ancora una volta troppo fragile in campo europeo e la squadra di Repesa ha un bisogno assoluto di intervenire sul mercato perchè in questo momento le rotazioni sono davvero troppo corte, soprattutto nel reparto lunghi.

Milano resta in partita per venticinque minuti, chiudendo all’intervallo sotto solo di un punto. A metà terzo quarto arriva il primo allungo tedesco, con i padroni di casa che toccano la doppia cifra di vantaggio. McLean prova a scuotere i suoi, ma negli ultimi dieci minuti le triple di Milosavljevic sono mortifere e fanno calare il sipario sulla sfida, infliggendo a Milano una sconfitta molto pesante e che difficilmente l’Emporio Armani potrà rimontare.

Sconfitta amarissima per l’Umana Reyer Venezia, che cede in volata allo Zenit San Pietroburgo per 86-84. Una vittoria sarebbe stata fondamentale in chiave qualificazione per la squadra di Recalcati, che affrontava probabilmente la formazione più forte del girone.

Partita davvero molto combattuta con la Reyer che lotta alla pari con i russi, grazie soprattutto ad un Mike Green da 29 punti. Finale concitato con Venezia che ha la palla per vincere, ma la tripla di Ress non trova la via della retina, dopo che Golovin aveva sbagliato dalla lunetta. Con questo atteggiamento, però, Venezia, può davvero dire la sua e cercare di qualificarsi per la fase ad eliminazione diretta.

Questo il tabellino delle partite

DOLOMITI ENERGIA TRENTO – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 82-63 (22-9; 15-19; 25-17; 20-18)

Trento: Sanders 16, Lockett 15, Pascolo 12
Reggio Emilia: Aradori 13, Silins 11, Polonara 9

 

ALBA BERLINO – EMPORIO ARMANI MILANO 83-67 (25-21; 16-19; 19-12; 23-15)

Berlino: Milosavljevic 23, Kikanovic 16, Cherry 15
Milano: McLean 18, Macvan 13, Gentile 9

 

UMANA REYER VENEZIA – ZENIT SAN PIETROBURGO 84-86 (17-19; 21-22; 20-18; 26-27)

Venezia: Green 29, Bramos 14, Goss 11
San Pietroburgo: Antipov 17, Timma 15, Dowdell 12

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@oasport.it

Foto pagina FB Aquila Basket Trento

Lascia un commento

Top