Atletica: Fassinotti vola subito a 2,33. Lungo stop per Pedroso

Marco-Fassinotti-Atletica-Profilo-FB-Fassinotti.jpg

Marco Fassinotti


Entra nel vivo la stagione indoor di atletica, che vedrà il suo culmine ai Mondiali di Portland dal 17 al 20 marzo.

Le prime buone notizie per i colori azzurri arrivano dal salto in alto. Nel Midlands Open di Birmingham, città in cui si allena, Marco Fassinotti ha vinto con l’incoraggiante misura di 2,33 metri, ad un solo centimetro dal record italiano che già detiene. “Il 2,33 è stato l’unico salto della giornata in cui sono riuscito a concentrare buona parte delle novità tecniche su cui sto lavorando, principalmente la rincorsa che significa apertura dei passi e curva. In tutto questo devo riuscire ad accelerare come si deve e cercare di arrivare bene allo stacco. Oggi (ieri, ndr) a 2,33 sono finito un po’ sotto, ma sono automatismi che devo ancora assimilare. Considerando che questa è la mia prima uscita con la rincorsa completa direi “good start”, ma sono in pieno rodaggio e all’inizio di un anno importante come questo“, ha dichiarato alla Fidal il portacolori del Bel Paese.

Buoni riscontri arrivano anche dalla promettente Marta Zenoni, capace di realizzare a Padova il nuovo primato italiano allievi dei 1500 metri in 4’16″02, quasi 3 secondi meno del record precedente che già deteneva e decima prestazione nazionale all time. 

Un infortunio serio, invece, ha colpito Yadisleidy Pedroso. L’italo-cubana ha riportato una lesione completa prossimale del semitendinoso e parziale del bicipite femorale destro: verrà operata nei prossimi giorni a Pavia. I tempi di recupero si prospettano molto lunghi: a questo punto la partecipazione a Rio 2016 dell’ostacolista diventa a rischio.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: Pagina FB Fassinotti

Lascia un commento

Top