Volley, Italiani all’Estero – Zaytsev entra e vince, De Giorgi e Bernardi in testa, ora tutti in Nazionale per le Olimpiadi!

Zaytsev-Volley-Renzo-Brico.jpg

Vediamo come sono andati gli italiani impegnati all’estero nell’ultimo weekend di volley giocato. Ora inizia la lunga pausa natalizia che coinciderà con gli impegni delle Nazionali nei vari tornei di qualificazione alle Olimpiadi 2016.

 

RUSSIA (maschile) – Dopo aver tirato a tutta la scorsa settimana, Ivan Zaytsev tira un po’ il fiato nella difficile trasferta sul campo della Lokomotiv Novosibirsk. Lo Zar entrerà nel secondo e nel terzo set, giocando poi da titolare il quarto parziale e andando a referto con 10 punti (59% in attacco). La sua Dinamo Mosca vince così per 3-1, sfruttando un pasticcio degli avversari a fine del terzo set, e si conferma al secondo posto in classifica, distaccata di un punto dallo Zenit Kazan (facile 3-0 al Nizhniy Novgoorod). La classifica si spezza perché l’Urengoy perde lo scontro diretto con il Belogorie Belgorod, ora quarto a sei punti dalla vetta.

 

POLONIA (maschile) – Il sempre più sorprendente ZAKSA Kedzierzyn-Kozle guidato da Fefé De Giorgi si conferma al comando della classifica prima della pausa natalizia: asfaltando per 3-0 il modesto Czestochowa (decisivi i 16 punti di Konarski e gli 11 di Deroo) mantiene due lunghezze di vantaggio sul PGE Skra Belchatow che ha dominato per 3-1 il big match contro il Radom.

Inattesa sconfitta del Gdansk di coach Anastasi e di Falaschi che perde il derby tutto italiano contro l’Olsztyn di Gardini, capace di imporsi al tie-break. Il Danzica è ora quarto in classifica, distaccato di sei punti dalla capolista.

 

TURCHIA (maschile) – L’Halkbank Ankara di Lorenzo Bernardi vince per 3-0 il big match contro il Galatasaray (3-0) e si laurea Campione d’Inverno con una giornata di anticipo visti i quattro punti di vantaggio sull’Istanbul Sehir Bld. Dragan Travica, nonostante in campo siano presenti solo due stranieri, viene ancora lasciato in panchina: l’ex regista della nostra Nazionale è ufficialmente ai margini della formazione turca, ormai anche per scelta tecnica. Stasera si gioca l’ultima giornata del girone d’andata.

 

CINA (maschile) – In settimana si è conclusa la prima fase e nel weekend non si è giocato. Comoda qualificazione alla seconda fase, quella che promuoverà le quattro migliori squadre ai playoff, per lo Shanghai di Cristian Savani e Giulio Sabbi e per il Sichuan di Michal Lasko, rispettivamente primo e secondo nella nuova classifica.

 

FRANCIA (maschile) – Classifica già modificata in settimana con l’arrivo delle penalizzazioni e sconvolta da tanti risultati a sorpresa nel weekend.

Perde ancora lo Chaumont del Professor Prandi (3-1 casalingo contro il Tolosa) ma rimane sempre al secondo posto, distaccato di un punto dalla vetta ancora occupata dal Poitiers sconfitto 3-1 dal Montpellier (ora terzo in classifica ma che vincendo il recupero balzerebbe al comando).

Nitida vittoria per il Parigi di Massari (8 punti) e Saitta (2) contro la Cenerentola Nancy (3-0), utile per salire al nono posto ma con due incontri da recuperare e sette punti di distacco dalla capolista. Sconfitte per il Beauvais di Medei (3-0 contro il Sète) e per il Narbonne di Radici (3-0 ad Ajaccio) che ora occupano terzultima e penultima posizione.

 

TURCHIA (femminile) – Il campionato è già fermo, il Paese si sta preparando a ospitare il torneo di qualificazione alle Olimpiadi 2016 per il settore femminile. Ad Ankara le padrone di casa venderanno cara la pelle alle favorite Russia, Italia, Germania e Olanda.

Ricapitoliamo la situazione di classifica, al termine del girone d’andata: comanda il VakifBank di coach Guidetti con un punto di vantaggio sul Fenerbahce di Marcello Abbondanza e di Lucia Bosetti, terzo posto per il Galatasaray di Nadia Centoni distaccato dalla vetta di ben nove punti, quarte le Campionesse d’Europa dell’Eczacibasi allenate da coach Caprara.

 

RUSSIA (femminile) – Campionato già fermo, le ragazze sono già in preparazione per il torneo di qualificazione alle Olimpiadi 2016. La Dinamo Kazan di Antonella Del Core è seconda in classifica, a due lunghezze dalla capolista Dinamo Mosca.

POLONIA (femminile) – Il campionato è già fermo (il Police di Cuccarini vanta sette punti di vantaggio sul Sopot di Micelli) ma a sorpresa viene esonerato Nicola Negro che stava guidando ottimamente l’Impel Wroclaw, squadra attualmente al terzo posto e in cui milita Carolina Costagrande. Colpo di mano del Presidente Jacek Grabowski che ha deciso di guidare la formazione in prima persona.

FRANCIA (femminile) – Il St Paris St-Cloud di Fiesoli (16 punti) vince 3-1 sul campo dell’Istres e si conferma al secondo posto, a una sola lunghezza di distanza dal Mulhouse. Il Beziers di Stefania Okaka (non entrata) rifila un secco 3-0 al Nantes per mantenere il terzo posto a due lunghezze dalla vetta.

Il Le Cannet di coach Marchesi con Zambelli in campo (12 punti) sconfigge al tie-break il St Raphael di Gomiero (12) e Menghi (11) ed esce così dalla zona retrocessione, approfittando anche dei punti di penalizzazione inflitti al Chamalières. Brutta battuta d’arresto per il Venelles: Caracuta e compagne perdono 3-0 a Terville e scivolano al quinto posto.

 

In Azerbaijan il Lokomotiv Baku di coach Salvaghi perde per 3-0 il big match contro l’Azerrail, ora al comando con tre punti di vantaggio sulla squadra del tecnico italiano.

Prosegue la marcia irrefrenabile dell’Almeria di Molducci che, dopo essersi laureata Campione d’Inverno del campionato spagnolo maschile, vince anche la prima partita del girone di ritorno (3-1 al Melilla) e mantiene quattro punti di vantaggio sul CAI Teruel.

Nona vittoria consecutiva per il Berlino di coach Serniotti e De Marchi (4 punti) che espugna il campo dell’Herrsching per 3-1 e si mantiene saldamente al comando della classifica del campionato tedesco maschile con sei punti di vantaggio sul RheinMain.

 

 

Lascia un commento

Top