Volley, Italiani all’Estero – Che show di Zaytsev! Sabbi bomber, panca Travica, De Giorgi in testa

Zaytsev-Volley-Renzo-Brico.jpg

Nuovo weekend di volley in giro per il Mondo. Vediamo nel dettaglio come si sono comportati gli italiani all’estero, tra coach e giocatori.

 

RUSSIA (maschile) – Giornata meravigliosa per Ivan Zaytsev. Lo Zar segna 16 punti col 62% in attacco (oltre a 2 aces e 1 muro) e la sua Dinamo Mosca asfalta il modesto Yenisey Krasnoyarsk per 3-0. La squadra della capitale sale così al secondo posto in classifica, affiancando lo Zenit Kazan che ha stravinto il big match contro la Lokomotiv Novosibirsk (3-0 trascinati dai 23 punti di Leon).

Ora le due formazioni più accreditate sono distaccate di due punti dalla sorprendente capolista Fakel Novyi Urengoy (3-0 al Nova Novokuybishevsk).

 

POLONIA (maschile) – Spettacolare vittoria dello ZAKSA Kedzierzyn-Kozle di coach Fefé De Giorgi che vince 3-2 il big match contro il PGE Skra Belchatow. Sarà il rientrante Konarski a decidere l’incontro (22 punti) insieme all’mvp Deroo, sfruttando al meglio le pessime condizioni fisiche di Wlazly e Winiarski oltre all’assenza di Wrona e Lisinac.

Al comando della classifica, al termine dell’ottava giornata, regge sempre il sorprendente Cerrad Czarni Radom (vittoria per 3-2 sul campo del Bielsko Biala) con un punto di vantaggio sul Kedzierzyn, due sul Belchatow e quattro sul Lotos Trefl Gdansk di coach Anastasi (3-2 contro il Cuprum Lubin, Michele Falaschi mvp in un incontro tiratissimo in cui dall’8-2 del tie-break i padroni di casa si sono ritrovati sotto 13-14, uscendone poi vittoriosi grazie a Schulz e Mika). Quarta sconfitta per i Campioni in carica del Resovia (2-3 casalingo contro il modesto Warszawska), ora attardati di sei punti dalla vetta.

 

TURCHIA (maschile) – Dragan Travica ormai definitivamente riserva. L’ormai ex palleggiatore titolare della nostra Nazionale viene impiegato col contagocce da Lorenzo Bernardi, l’Halkbank Ankara soffre sul campo del Sahinbey ma vince per 3-1 (decisivi i 17 punti di Kooy e i 14 di Le Roux) e si riprende la vetta della classifica con due punti di vantaggio sullo Ziraat Bankasi Ankara (clamorosamente sconfitto al tie-break dal Belediye Plevne Tokat) e sull’Inegol Bld. Bursa (sconfitto per 3-1 dall’Istanbul B. Sehir Bld.).

 

CINA (maschile) – Dopo i 37 punti segnati all’esordio, Giulio Sabbi è ancora protagonista nel successo del suo Shanghai contro lo Jiangsu (3-0). L’opposto della Nazionale va a referto con 15 punti ma questa volta non è in campo con capitan Savani, rimasto in panchina.

I Campioni in carica comandano il gruppo 1 della prima fase con quattro punti di vantaggio sul Sichuan (3-0 allo Zhejiang) grazie ai 20 punti di Michal Lasko.

 

FRANCIA (maschile) – Al termine dell’ottava giornata si conferma ancora al comando lo Chaumont del Professor Prandi: il 3-0 sul campo del fanalino di coda Nancy è utile per allungare a tre punti il vantaggio sul Poitiers che ha espugnato Tolosa solo al tie-break.

Sorride il Parigi di Massari (13 punti) e Saitta (4) che sconfigge a domicilio il Beauvais di coach Medei (3-1). La squadra della capitale sale così al sesto posto, distaccata di otto punti dalla vetta (ma deve recuperare un incontro). Il Narbonne di coach Radici perde al tie-break contro il Lione di Gonzalez (5 punti) ed è sempre al penultimo posto in classifica.

 

TURCHIA (femminile) – Il VakifBank Istanbul di Guidetti passeggia sul Canakkale (3-0) e si conferma al comando della classifica con un punto di vantaggio sul Fenerbahce di coach Abbondanza (3-0 al Bursa B. Sehir Bld., male Lucia Bosetti autrice di 7 punti col 28% in attacco, decisivi i 18 della Mihajlovic) quando manca una sola giornata al termine del girone d’andata.

Il Galatasaray espugna il campo dell’Halkbank Ankara (3-0) nonostante l’assenza di Nadia Centoni e rimane al terzo posto, distanziato di sei punti dalla vetta. L’Eczacibasi di coach Caprara sconfigge 3-0 il Salihli Bld Manisa e torna al quarto posto in classifica: le Campionesse d’Europa, già sconfitte quattro volte in stagione, rientrano in zona playoff, distanziate di 12 punti dal Vakifbank.

 

RUSSIA (femminile) – Il campionato riprenderà la prossima settimana. Nel frattempo si è disputata la Final Four della Coppa di Russia vinta a sorpresa dalla Dinamo Krasnodar che ha sconfitto la Dinamo Mosca di Antonella Del Core (solo sei punti nell’atto conclusivo) e Gomova. Clicca qui per saperne di più.

 

POLONIA (femminile) – Il Chemik Police di Cuccarini ha sconfitto 3-1 il Developres SkyRes Rzeszow e si conferma saldamente al comando con sette punti di vantaggi sul Sopot di Micelli (3-1 al Pila di N. Vettori). Vince anche l’Impel Wroclaw di coach Negro con i 12 punti di Carolina Costagrande (3-1 sul campo del Bielsko-Biala) e si conferma al terzo posto in classifica, a nove punti di distanza dal Police.

 

FRANCIA (femminile) – Il Beziers sconfigge il Paris St-Cloud (3-1) e si porta a un solo punto dalla capolista sconfitta in questo turno (in attesa di vedere cosa farà il Mulhouse che ha ben tre partite da recuperare): stratosferica Stefania Okaka (17) che stravince il derby italiano contro Fiesoli (11) e Guaschino (non entrata).

Il Le Cannet di Marchesi e Zambelli (2 punti) ottiene il primo successo stagionale contro l’Istres (3-0) e sale al penultimo posto in classifica. Vince anche il Venelles di Caracuta (1 punto) contro il Nantes (3-1) e si issa al quinto posto in classifica alla pari del Cannes che rifila un 3-1 al Terville Florange (in campo anche Camera e Bianchini).

 

Prosegue la marcia inarrestabile dell’Almeria di Molducci: 10 vittorie in 10 partite giocate nel campionato spagnolo maschile, primo posto da imbattuti con due punti di vantaggio sul Teruel.

Il Paykan Tehran di Valerio Vermiglio vince il recupero della quarta giornata del campionato iraniano (3-1 al Samen Alhdojaj Khorosan) e sale al secondo posto in classifica, a tre punti dalla capolista Shahrdari Urmia.

In Azerbaijan il Lokomotiv di Salvagni perde 3-0 contro l’Azeryol e rimane al secondo posto, distaccato di un punto dal Telekom (crollato 3-0 contro l’Azerrail).

In Germania il Berlino di coach Serniotti e di De Marchi (9 punti) infila la settima vittoria consecutiva (3-0 al Mitteldeutschland) e si conferma al comando della classifica con 3 punti di vantaggio sul RheinMain.

 

Lascia un commento

Top