Volley, Champions League – Sconfitte a tavolino per Ivan Zaytsev e i club russi non andati in Turchia

ItalianIvanZaytsevafterloosingamatchagainstSerbia.jpg

Italian Ivan Zaytsev after loosing a match against Serbia


È arrivata la tanto attesa sentenza: le squadre russe che hanno deciso di non giocare in Turchia le partite di Champions League hanno perso a tavolino i rispettivi incontri per 3-0 (25-0; 25-0; 25-0).

La sanzione è arrivata inesorabile da parte della CEV che ha però compreso la scelta di Dinamo Mosca e Belogorie Belgorod, arrivata durante la grave crisi tra i governi dei due Paesi (caccia russo abbattuto dai turchi al confine con la Siria).

Dunque la squadra di Ivan Zaytsev ha perso contro lo Ziraat Ankara mentre il Belogorie è stato sconfitto dall’Arkas Izmir. Le due formazioni, a termine di regolamento, rischiavano anche l’esclusione dalla competizione.

Questo il comunicato della CEV recapitato alle sedi generali dei due club: “Vi scriviamo per comunicare le decisioni circa gli incontri tra Arkas – Belogorie e Ziraatbank – Dinamo Mosca, previsti per il 1° e 2 dicembre. La CEV è in disaccordo con la scelta dei club russi di non recarsi in Turchia, ma ne riconosciamo le motivazioni. Per questo motivo, Dinamo e Belogorie non saranno escluse dalla competizione, ma verranno penalizzate con delle sconfitte per non essersi presentate a quegli incontri, in base alle regole della manifestazione. Ci auguriamo che comprendiate la nostra decisione, noi consideriamo il caso chiuso”.

 

Questa la situazione, dopo quattro giornate, dei due gironi in cui sono coinvolte le due formazioni penalizzate.

POOL A: Belogorie Belgorod 3 vittorie (9 punti), Arkas Izmir 3 vittorie (8 punti), Berlin Volleys 2 vittorie (7 punti), Marek Union-Ivkoni 0 vittorie (0 punti).

POOL B: Ziraat Ankara 3 vittorie (9 punti), Dinamo Mosca 2 vittorie (7 punti), Paris Volley 2 vittorie (5 punti), VfB Friedrichshafen 1 vittoria (3 punti).

 

Lascia un commento

Top