Tuffi, 4 Nazioni: argento e bronzo per l’Italia. Niente gara per Cagnotto-Dallapè

Michele-Benedetti-Noemi-Batki-team-event-Kazan-2015-tuffi-foto-facebook-fina-dpm.jpg

La seconda giornata di gare del Trofeo 4 Nazioni di tuffi in corso di svolgimento a Torino si apre con un’altra medaglia italiana. A vincere il bronzo nel sincro 3 metri maschile sono infatti Giovanni Tocci e Andrea Chiarabini, noni all’ultimo Mondiale in questa specialità, che pur senza brillare salgono sul gradino più basso del podio dietro ai fuoriclasse di Ucraina (Illya Kvasha-Oleksandr Gorshkovozov, oro con 431.64 punti) e Russia (Ilya Zakharov-Evgeny Kuznetsov, argento a quota 404.55).

I due azzurri, che dovrebbero partecipare alla Coppa del Mondo del 19-24 febbraio a Rio con il (difficile) compito di ottenere la qualificazione alle prossime Olimpiadi, ottengono 360.24 punti frutto di una gara che parte in sordina (94 dopo i due obbligatori) e che, dopo un ottimo triplo e mezzo avanti (80.91), viene macchiata da un errore nel quadruplo e mezzo avanti (45.60). Appena sufficiente il triplo e mezzo rovesciato (64.05), buona la chiusura con il triplo e mezzo ritornato (75.48) e bronzo in cassaforte anche in virtù del nullo della coppia tedesca Oliver Homuth-Maxim Jerjomin (286.80), non i titolari della Germania che può vantare Patrick Hausding e Stephan Feck. Complice la fase di carico della stagione, Tocci e Chiarabini sono ancora molti distanti dalle straordinarie indicazioni fornite in estate, quando scavalcarono i 420 punti agli Assoluti di Bergamo oltrepassando Michele Benedetti e Tommaso Rinaldi nelle gerarchie della Nazionale.

Assenza dell’ultim’ora, invece, nel sincro femminile. Tania Cagnotto e Francesca Dallapè avrebbero dovuto prendere parte alla gara per infiammare il pubblico della Monumentale e preparare l’avvicinamento alla Coppa del Mondo in cui anche loro andranno a caccia del pass olimpico, ma la trentina è dovuta tornare a casa ieri a causa di un lutto familiare e, dunque, le vincitrici degli ultimi sette ori europei non hanno sfidato le rivali. Il successo va dunque alle ucraine Viktoriya Kesar-Anastasiia Nedobiga (297.84) davanti alle più quotate russe Nadezhda Bazhina-Kristina Ilynikh (272.20) e alle giovanissime tedesche Saskia Oettinghaus-Louisa Stawczynski (254.43)

Infine, nel team event, Michele Benedetti e Noemi Batki (ottavi a Kazan) migliorano il punteggio di quest’estate e si prendono l’argento alle spalle degli ucraini Oleksandr Gorshkovozov e Yulia Prokopchuk, campioni del mondo in carica e autori del tris gialloblu odierno. 386.10 il loro score, gli azzurri sono subito dietro con 379.25 e due ottimi tuffi di chiusura: il triplo e mezzo ritornato della triestina vale 76.80 punti, il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti del romano 79.90. Bronzo per i russi Sergey Nazin e Kristina Ilynikh (374.60), la Germania dei giovani è ancora una volta giù dal podio.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top