Tiro con l’arco: un 2015 che ha risollevato l’Italia

Arco_Pasqualucci_Nespoli_Frangilli_Fitarco.jpg

L’argento della squadra maschile ai Mondiali di Copenaghen, ma non solo. Gli ori di Baku, nel Mixed Team e con la squadra femminile, ed un positivo test-event preolimpico a Rio

L’idea di una ritrovata compattezza di squadra e di uno standard totale che consente agli arcieri del Bel Paese di provare a battagliare contro tutti, in tutti i tornei.

Dopo un biennio fatto di fatica ed insuccessi, il gruppo azzurro ha saputo lavorare e risollevarsi. Con i leader Mauro Nespoli e Guendalina Sartori a trainare il team, agli ordini di Wietse Van Alten e del suo assistente Ilario Di Buò, e tanto è stato fatto.

Il comparto maschile, formato pure dall’inossidabile Michele Frangilli e dal giovanissimo David Pasqualucci, si è esaltato in terra danese coronando, con un pizzico di fortuna e tanta freddezza, il lungo percorso intrapreso con un bellissimo alloro e la qualificazione integrale alle Olimpiadi.

Mentre la sezione femminile, dove oltre alla veneta sopracitata, già qualificata individualmente, è in corso un vero e proprio confronto generazionale assai competitivo, dovrà sudarsi negli Europei del maggio 2016 l’accesso alla kermesse a Cinque Cerchi.

in tutto questo però, è vietato dimenticarsi i successi della nazionale di Compound e di quella paralimpica; entrambe fiore all’occhiello di una federazione che lavora al meglio per garantire ai suoi portacolori le condizioni migliori di lavoro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

michele.cassano@olimpiazzurra.com

Foto: Fitarco

Lascia un commento

Top