Tiro a segno: Petra Zublasing e il record del mondo nella carabina 3posizioni

Zublasing_Petra__WC_Finale_Muenchen_BB_9_11_2013_c55c59e0b9.jpg

E’ il 19 giugno del 2015 e a Baku in Azerbaijan, durante la prima edizione dei Giochi Europei, scende sulle linee di tiro del poligono azero una marziana.

Il suo nome è Petra Zublasing. Italiana, altoatesina per la precisione, specializzata nelle gare di carabina di cui detiene il titolo mondiale dai 10m, ma è nella gara da 50m 3posizioni che è senza ombra di dubbio una delle migliori interpreti planetarie: ed infatti la dimostrazione di ciò non si fa attendere.

Dopo aver conquistato l’atto conclusivo con discreta facilità, Petra imbraccia la sua carabina e comincia ad imprimere il suo incedere preciso alla gara portandosi in testa dopo il decimo colpo e non voltandosi più.

Fioccano i 10.5, 10.6, 10.7, 10.8 ed il distacco dalle altre aumenta sempre di più. Dalla posizione a terra, sino a quella in piedi, passando per lo stallo genuflesso: non c’è storia.

Un totale di 464-7 punti che le vale l’oro ed il record del mondo. Un punteggio che sbalordisce tutti, persino i tiratori uomini presenti nell’impianto ed intenti a vedere le meraviglie di questo prodigio.

I 454.4 punti della francese Laurence Brize e i 443.2 punti dell’austriaca Olivia Hofmann, non sarebbero neanche pochi, ma a Baku in quella tarda mattinata azera tutto il mondo ha visto di cosa è stata capace Petra Zublasing, la donna che avrebbe vinto anche una gara maschile con quel punteggio…

Foto: ISSF (Voice2Media)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

michele.cassano@oasport.it

Lascia un commento

Top