Superbike, Mondiale 2016: il punto sul mercato piloti

Rea-Superbike-Pagina-FB-Kawasaki-2.jpg

Si sta ormai delineando la griglia di partenza del prossimo Mondiale Superbike.
La Kawasaki sarà ancora il team da battere ma in molti sognano di conquistare l’alloro iridato 2016; la entry list dei piloti non è del tutto completa ma la maggior parte delle scuderie ha già pronti i riders che scenderanno in pista durante il Campionato. Il detentore del titolo Jonathan Rea è atteso dalla sua ottava stagione in SBK; trasferitosi dalla Honda alla Kawasaki, il britannico classe ‘87 ha vinto subito il titolo firmando anche svariati record. Per il 2016 è “d’ufficio” lui il favorito numero uno. Il team mate di Rea sarà sempre Tom Sykes; nello scorso campionato, il centauro di Huddersfield ha vinto quattro gare (terzo in graduatoria, alla fine), che però non sono bastate per lottare alla pari contro l’inavvicinabile compagno di box. Nel 2016 Sykes intende tornare a primeggiare tra le derivate, dopo la conquista del Mondiale 2013.

Il ducatista Chaz Davies, vicecampione in carica, sarà ancora la punta di diamante della scuderia di Borgo Panigale. Dopo le cinque vittorie parziali e il secondo posto finale nella scorsa stagione, il gallese ha già messo nel mirino il titolo di Campione del Mondo 2016. Il compagno di squadra, Davide Giugliano, non ha invece entusiasmato nelle ultime stagioni, quindi il pilota romano dovrà innanzitutto migliorare l’undicesimo posto conclusivo del 2015, annata caratterizzata anche dai tanti infortuni.

Sylvain Guintoli, iridato nel 2014, ha lasciato la Honda per passare alla Yamaha; nel 2015 non ha vinto nessuna gara chiudendo il Campionato al sesto posto. L’anno prossimo, il francese tornerà ad essere uno dei pretendenti al titolo. Il suo compagno sarà Alex Lowes, che dunque non rappresenterà più la Suzuki; il pilota classe 1990 nella passata stagione ha conquistato 135 punti ed il 10° posto finale. Nel 2016 cercherà di lottare per le posizioni di vertice.

Nicky Hayden è finalmente (ri)sbarcato in Superbike, uno degli ultimi riders a sistemarsi nel Circus delle derivate di serie: lo si vociferava già da luglio, ma ora lo statunitense è ufficialmente un pilota della Honda. Hayden, Campione del Mondo MotoGP 2006 e meteora in World SBK nel 2002, vuole tornare a vincere e sarà tra gli uomini più attesi della nuova stagione. Riuscirà a lottare da subito per il titolo sempre con una moto della casa di Tokyo, nel team olandese Ten Kate? Al suo fianco ci sarà il debuttante del Mondiale 2015, Michael van der Mark. Il ventitreenne dei Paesi Bassi, iridato 2014 nella classe Supersport, ha chiuso al 7° posto finale quest’anno e potrebbe rivelarsi un insidioso outsider per la corsa al prossimo titolo mondiale.

Jordi Torres, dopo il quinto posto nello scorso campionato, è passato dall’Aprilia (la casa di Noale ha abbandonato la Superbike per dedicarsi esclusivamente alla MotoGP) alla BMW ufficiale. Lo spagnolo ha dimostrato di saperci fare, vincendo una gara e conquistando altri due podi, quindi ci si attende ora una stagione da protagonista. Anche Markus Reiterberger, classe 1994, avrà a disposizione la BMW ufficiale; il tedesco nelle ultime due stagioni non è stato un pilota titolare, ha disputato soltanto tre Round iridati e conquistato 13 punti complessivi. Quest’anno la BMW ha deciso di puntare su di lui. C’entreranno qualcosa gli sponsor…?

Josh Brookes e Karel Abraham correranno nel Milwaukee BMW, la MV Agusta sarà in pista con Leon Camier mentre Xavi Fores sarà alla guida della Ducati del Team Barni. Il team Grillini Kawasaki punterà sull’italiano Gianluca Vizziello e sul pilota svizzero classe ’94 Dominic Schmitter. Il team clienti Menghi Ducati avrà alla guida Fabio Menghi, Roman Ramos sarà l’alfiere della GoEleven Kawasaki, mentre il team Toth, abbandonata la BMW per la Yamaha, dovrà decidere a breve il nome del secondo pilota da affiancare a Imre Toth. Il team Pedercini Racing ha ufficializzato il nome di Sylvain Barrier, vincitore del campionato FIM Superstock 1000 per ben due volte (2012 e 2013). Infine, Leon Haslam, quarto quest’anno, ha recentemente ammesso di non aver finalizzato i suoi piani agonistici per la stagione 2016 poiché sta ancora valutando alcune opzioni in campionati diversi e con differenti costruttori.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: pagina FB Kawasaki

Lascia un commento

Top