Speed Skating, Coppa del Mondo Inzell: Andrea Giovannini 10° sui 5000m, bene Bosa e Malfatti nelle Divisioni B

12239698_1653932491512311_3677773344352137571_n.jpg

Nella seconda giornata di gare della terza tappa di Coppa del Mondo di speed skating ad Inzell (Germania), piazzamenti discreti per la squadra italiana.

Nei 5000m della Divisione A, Andrea Giovannini si conferma atleta da top10 segnando il decimo crono (6:26.06) a 8.71 secondi dal vincitore, l’olandese Jorrit Bergsma in 6:17.35. Il tulipano si è imposto davanti al norvegese Sverre Lunde Pedersen (6:19.52) e il connazionale Arjan Stroetinga 6:21.66.

Nelle altre gare (Divisione A), sui 1000m maschili orfani del fenomeno Pavel Kulizhnikov, altro successo orange di Kjeld Nuis in 1:08.31 che ha preceduto il russo Denis Yuskov (1.08.55) e l’altro alfiere olandese Kai Verbij (1:08.60). Come da pronostico, nella medesima distanza al femminile, Brittany Bowe ed Heather Richardson hanno occupato i primi due gradini del podio, rispettivamente in 1:14.01 e 1:14.52, davanti alla coreana Sang-Hwa Lee (1:15.27). Per chiosare, squadra giapponese che trionfa nel team pursuit, delle donne, in 2:59.08.

Nella Divisione B dei 1000m, ottimo sesto posto di David Bosa in 1:10.68 molto vicino al suo personale di 1:10.11, siglato nel primo appuntamento di Calgary su una superficie ghiacciata ben più rapida di quella tedesca. In vetta alla graduatoria troviamo il canadese Gilmore Junio in 1:09.95 mentre gli altri due azzurri Mirko Nenzi e Jan Daldossi si sono classificati in decima (1:10.94) e ventesima posizione (1:11.65). Per quanto riguarda i 1000m versione femminile, 15esima piazza per Yvonne Daldossi in 1:19.37 nella gara vinta dalla giapponese Erina Kamiya in 1:16.76. Prestazione da sottolineare sui 5000m (Divisione B) per il giovane Michele Malfatti in settima piazza con il crono di 6:28.83 che rappresenta il suo personale, di 8 secondi migliore rispetto al precedente. Il 21enne trentino già la stagione scorsa si era messo in evidenza nel corso delle Universiadi 2014 arrivando secondo, alle spalle di Jan Szemansky, proprio in questa specialità ad Almaty (Kazakistan). Distanza che, ad Inzell, ha visto prevalere il norvegese Håvard Bøkko in 6:22.88.

 

RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: profilo Andrea Giovannini

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top