Slittino: vittoria per Oberstolz/Gruber, Fischnaller secondo! Italia stupenda a Park City nelle sprint

Oberstolz-Gruber-Slittino-Paola-Castaldi.jpg

Al termine di un week-end piuttosto amaro nelle prove “classiche” per la Coppa del Mondo di slittino in chiave azzurra a Park City, nelle ultime gare, le sprint, l’Italia si prende la scena conquistando una vittoria e un secondo posto. Un vero e proprio trionfo. In questa prova istituita lo scorso anno, che consiste in una singola discesa sul tracciato, con gli slittinisti che partono senza l’ausilio dei classici appigli ed il tempo viene preso a partire da circa 100/150 metri più in basso rispetto alla rampa di di avvio, il Bel Paese si aggiudica il doppio e si piazza sul gradino d’onore nel singolo maschile.

A far risuonare l’Inno di Mameli ci pensano Christian Oberstolz e Patrick Gruber, veterani altoatesini. Era da due anni che l’Italia non giungeva sul gradino più alto del podio nel doppio, da Sigulda 2014, quando vinsero proprio Oberstolz/Gruber, in una gara nella quale però non presero parte i fenomeni tedeschi. Questo invece è un successo a sorpresa, proprio perché arrivato mettendo in fila lo squadrone teutonico e per questo ci fa gioire di più. 32.521 il tempo per battere i campioni olimpici Wendl/Arlt di soli 16 millesimi e i detentori della Coppa del Mondo Eggert/Benecken di 43 millesimi. Nono posto per gli altri azzurri Rieder/Rastner.

Grande soddisfazione anche nel singolo maschile dove Dominik Fischnaller torna sul podio facendo capire che c’è in chiave classifica di Coppa. Dopo il deludente sesto posto nella prova classica, il vincitore di Igls chiude al secondo posto alle spalle di un Wolfgang Kindl davvero spaziale. Secondo successo in carriera per l’austriaco, dopo quello di Lillehammer ad inizio anno, questo addirittura per dispersione di avversari (il più vicino, Fischnaller, è ad addirittura 186 millesimi in soli 28 secondi di gara). Ancora un terzo posto per il campione olimpico Felix Loch, non apparso nella sua miglior forma. Sbaglia e perde tantissimi punti il vincitore della prova classica, Chris Mazdzer, solo 14mo. 15mo il nostro Kevin Fischnaller. Ora in graduatoria comanda Kindl, a quota 325, con Fischnaller distante 55 lunghezze, a soli tre punti da Mazdzer che è secondo.

Chiudiamo con la prova femminile: arriva il bis per la statunitense Summer Britcher dopo la vittoria nella gara classica. Battuta di 37 millesimi la connazionale e leader della classifica Erin Hamlin, e di 99 centesimi la tedesca Dajana Eitberger. Quarto posto per Natalie Geisenberger, la campionessa olimpica. Altra discreta prova da parte di Andrea Voetter, che giunge al 12mo posto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Paola Castaldi

Lascia un commento

Top