Slittino: la Coppa del Mondo fa tappa a Calgary, altri podi azzurri?

Dominik-Fischnaller-Paola-Castaldi.jpg

Quarta tappa per la Coppa del Mondo di slittino, terza consecutiva su ghiaccio nordamericano: si passa dagli Stati Uniti al Canada, si vola a Calgary. Previste le gare classiche (singolo donne, doppio e singolo uomini) tra venerdì (le prime due) e sabato, poi in conclusione le sprint, che di recente hanno portato podi in casa Italia.

Il catino di Calgary negli ultimi anni non è mai stato molto favorevole ai colori azzurri: bisogna tornare al 2010 per trovare gli ultimi podi tricolore, con il solito Armin Zoeggeler vincitore davanti a David Moeller e Oberstolz/Gruber secondi alle spalle di Wendl/Arlt (con Fischnaller/Schwienbacher terzi).

In campo maschile ovviamente punta di diamante Dominik Fischnaller, al momento terzo in classifica di Coppa. Dopo il gran secondo posto nella sprint di Park City l’altoatesino vuole ripetersi, provando ad avvicinarsi al successo in Canada e, magari, a recuperare punti sul leader Wolfgang Kindl, grande favorito per le due prove. Da seguire le performance di Chris Mazdzer, vincitore nel 2014 nella sprint, e del campione olimpico Felix Loch, pronti a puntare alla vittoria. In casa Italia presenti anche Emanuel Rieder e Kevin Fischnaller, che cercheranno la top-10.

Tra le donne le statunitensi la stanno facendo da padrone, con Summer Britcher ed Erin Hamlin che stanno monopolizzando la classifica di Coppa. La più vicina è la campionessa europea Dajana Eitberger che, assieme a l’olimpionica Natalie Geisenberger, vuole riportare in vetta la grande Germania. Le nostre Andrea Voetter e Sandra Robatscher vanno a caccia di prestazioni confortanti.

La notizia più bella del week-end di Park City, il successo di Christian Oberstolz e Patrick Gruber nella sprint, ha cambiato gli equilibri in chiave doppio. I veterani azzurri sono riusciti dopo tanto a bloccare l’egemonia tedesca e vorranno riprovarci anche sul ghiaccio canadese. Difficile vincere ancora, ma si può ambire al podio. Dovranno migliorare Rieder/Rastner, soprattutto in chiave ritorno in Europa. I rivali sono i soliti: Wendl/Arlt, Eggert/Benecken e Penz/Fischler.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Paola Castaldi

Lascia un commento

Top