Sci alpino: Theaux regna a Santa Caterina. 4° Innerhofer, giornata nera per l’Italia

Innerhofer-Sci-Trovati-Pentaphoto.jpg

Festa francese nella discesa di Coppa del Mondo di sci alpino a Santa Caterina Valfurva. Adrien Theaux ha domato la ‘Deborah Compagnoni’, imponendosi con un secondo e quattro centesimi di vantaggio sull’austriaco Hannes Reichelt. Terzo il connazionale David Poisson a 1.15.

Su una pista bellissima, completa e tecnica come non mai, esaltata da un manto duro e compatto, il 31enne transalpino si è scatenato sin dalla parte alta, effettuando una prova pressoché perfetta. Si tratta del terzo successo in carriera per lo sciatore d’Oltralpe, tutti ottenuti in discesa. In precedenza si era imposto a Kvitfjell nel 2013 ed a Lenzerheide nel 2011. Primo podio stagionale per Reichelt, apparso molto meno incisivo rispetto alle prove dei giorni precedenti. E’ una sorpresa assoluta, invece, la terza piazza di Poisson: il francese non era mai salito sul podio in Coppa del Mondo, anche se vantava un bronzo in discesa ai Mondiali del 2013.

Giornata nera e sfortunatissima per l’Italia. Christof Innerhofer ha chiuso quarto a soli 7 centesimi dalla top3. L’altoatesino, dopo 45 secondi di gara, ha impattato contro una porta; il palo, sradicandosi, è rimasto addosso all’azzurro, che tuttavia ha proseguito imperterrito la gara (clicca qui per il video). Da segnalare che nell’impatto si è anche abbassata la maschera del nostro portacolori. Quanto avrà perso? Difficile da quantificare in termini di decimi, ma certamente Innerhofer avrebbe potuto contendere il successo a Theaux. Un risultato amarissimo e beffardo, dunque, ma anche la consapevolezza di aver ritrovato un campione in vista delle grandi classiche di Wengen e Kitzbuehel.
Non è andata meglio a Peter Fill, fuori dopo pochi secondi per aver perso uno sci. E anche Dominik Paris, in piena corsa per il podio, è scivolato nel finale, concludendo poi 36° ad oltre 4 secondi. Insomma, una giornata stregata e da archiviare in fretta. Da segnalare la discreta buona prova di Werner Heel, 12°. Gli altri azzurri: 21° Mattia Casse, 28° Siegmar Klotz, 30° Silvano Varettoni. Fuori dalla zona punti Matteo Marsaglia (38°) ed il debuttante Davide Cazzaniga (40°).

Ottima prestazione di squadra per l’Austria: oltre a Reichelt, hanno ben figurato anche Romed Baumann e Vincent Kriechmayr, rispettivamente quinto e sesto. Settimo il norvegese Aksel Lund Svindal, nel complesso un risultato più che accettabile su una pista che lo scandinavo aveva faticato a digerire sin dalle prove. Solo 27° il connazionale Kjetil Jansrud. Chiudono la top10 il canadese Benjamin Thomsen, il francese Guillermo Fayed ed il tedesco Andreas Sander.

Nuovo avvicendamento in testa alla classifica generale. Svindal torna primo con 636 punti, +15 rispetto all’austriaco Marcel Hirscher, che il 6 gennaio, sempre a Santa Caterina, avrà dalla sua uno slalom.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Trovati Pentaphoto

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top