Sci alpino, Coppa del Mondo: Frida Hansdotter si aggiudica lo slalom di Lienz. 8a Irene Curtoni

Frida-Hansdotter-Sci-Pagina-FB-Hansdotter-Fans.jpg

Frida Hansdotter ha vinto lo slalom di Lienz (Austria). Un risultato che fa notizia per un’atleta che vanta ben 14 secondi posti in carriera in Coppa del Mondo. Oggi, tuttavia, la svedese è riuscita ad agguantare la terza affermazione della sua vita, a quasi un anno di distanza dal trionfo di Flachau. Già in testa al termine della prima manche, la 30enne scandinava non ha potuto permettersi di fare calcoli, attaccando senza remore e precedendo di appena 7 centesimi la svizzera Wendy Holdener. Quest’ultima torna sul podio ad un anno esatto di distanza dalla terza piazza di Kuethai. Completa la top3, staccata di 0.43, la slovacca Petra Vlhova, ormai una delle big del circuito tra i rapid gates.

Va detto che pesa, e non poco, l’assenza per infortunio dell’americana Mikaela Shiffrin, vincitrice dei primi due slalom, prima di incappare in un infortunio che l’ha messa fuori dai giochi per tutta la stagione. Senza la dominatrice a stelle e strisce, ora regna sovrano l’equilibrio, con almeno 4-5 atlete sullo stesso livello e capaci di giocarsi il successo sul filo dei centesimi. Di certo si profila l’occasione della carriera per Hansdotter: limitata per anni dalla fuoriclasse austriaca Marlies Schild, la svedese può davvero puntare a quella ‘coppetta’ di specialità che darebbe un volto completamente diverso alla carriera. Attualmente è al comando della classifica di specialità con 320 punti, +100 rispetto alla Vhlova, a questo punto la sua rivale più insidiosa.

Quarta piazza per l’austriaca Carmen Thalmann, capace di recuperare ben sei posizioni nella frazione conclusiva e fermatasi a 35 centesimi dal podio. Alle sue spalle la ceca Sarka Strachova, la slovacca Veronika Velez Zuzulova e la svizzera Michelle Gisin.

Ottimo ottavo posto per Irene Curtoni: l’azzurra non entrava nella top10 in slalom dal 27 gennaio 2013, quando fu sesta a Maribor. Pur senza guizzi da podio, la 30enne si conferma l’italiana più completa in questo momento nelle discipline tecniche, ricordando anche la nona piazza di ieri in gigante. Può sorridere anche Manuela Moelgg, tredicesima dopo aver recuperato ben 12 posizioni. Niente da fare, invece, per Chiara Costazza, uscita in dirittura d’arrivo dopo aver commesso una lunga serie di errori tagliando sul palo e smarrendo la traiettoria ideale.

La classifica generale di Coppa del Mondo vede al comando la svizzera Lara Gut con 658 punti, seguita a quota 500 dall’americana Lindsey Vonn. Consolida la terza piazza Hansdotter con 476.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina FB Hansdotter Fans

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top