Sci Alpino, Coppa del mondo: domani lo spettacolo della 3Tre a Madonna di Campiglio

razzoli1.jpg

Domani, a Madonna di Campiglio, si disputerà uno slalom speciale valido per la Coppa del mondo di sci alpino. Lo scenario il Canalone Miramonti, tratto finale della 3-Tre, pista che ha segnato la storia dello sci.

La leggenda delle gare a Campiglio è iniziata nel lontano 1940, da un’idea di Bruno Detassis e di alcuni membri della scuola sci locale. Da lì in avanti sono iniziate le gare, dalla storica gara 3-Tre da cui prende il nome la pista alla Coppa del mondo sin dalla prima edizione del 1967 passando per le gare nazionali. Dal primo vincitore
Guy Périllat si è arrivati fino a Felix Neureuther nel 2014 passando per tutti i grandi campioni dello sci. L’ultimo vincitore italiano è stato Giorgio Rocca nella stagione 2005/2006, quando raccolse 5 vittorie consecutive in Coppa del mondo, prima di conquistare la Coppetta di specialità.

Pendenze che arrivano al 60% e lo spettacolo garantito dalla notturna. Madonna di Campiglio è pronta ad ospitare un evento che andrà a chiudere un ciclo di 5 giorni di gare in terra italiana partito in Val Gardena con il SuperG di venerdì e proseguito in Alta Badia con il gigante di ieri e il parallelo che si disputerà oggi in serata.

Dopo una sola prova disputata in Val d’Isere la classifica di Coppa del mondo di slalom vede al comando il norvegese Henrik Kristoffersen, capace di precedere con oltre un secondo di margine l’austriaco Marcel Hirscher. Questi due atleti sono i favoriti per giocarsi il successo anche sul pendio del Canalone Miramonti. In particolare, Hirscher ha già vinto sulla 3-Tre nel 2012, mentre lo scorso ha chiuso solo in settima piazza.

In Casa Italia il più in forma tra gli slalomisti sembra essere Giuliano Razzoli, uscito a poche porte dalla conclusione in Val d’Isere anche a causa di un palo che ne ha ostacolato l’azione, nonostante non sia mai entrato tra i migliori 10 nelle due gare di Coppa del mondo disputate qui. Patrick Thaler e Manfred Moelgg hanno dato buone sensazioni nella prima uscita stagionale mentre Stefano Gross deve riscattare un inizio opaco.
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto Credit: FISI

Lascia un commento

Top