Salto con gli sci, Coppa del mondo: doppietta slovena con i fratelli Prevc! Peter batte Domen ad Hengelberg

Schermata-2015-12-13-alle-17.33.40.png

Giornata storica per il salto con gli sci. I fratelli sloveni Peter e Domen Prevc, infatti, hanno conquistato la prima e la seconda posizione nella prima delle due gare in programma ad Engelberg nel fine settimana valide per la Coppa del mondo.

Peter, già pettorale giallo e più esperto dei due, ha messo la gara in ghiaccio con un autentico capolavoro nella prima serie. Domen, classe 1999 e di conseguenza ancora 16enne, è salito dalla terza posizione a metà gara alla seconda finale con un prodigio nella seconda, in cui è arrivato a soli 4 decimi di punto dal fratello chiudendo così la gara a 13,6 lunghezze dalla vetta nella prima gara conclusa sul podio nell’ancora acerba carriera in Coppa del mondo. Il più esperto dei Prevc grazie al successo odierno ha allungato in classifica di Coppa del mondo con Severin Freund, ottavo e in difficoltà in entrambe le serie, che naviga ad oltre 100 punti di distanza.

Terzo gradino del podio per l’eterno giapponese Noriaki Kasai, che a differenza dei due atleti davanti a lui di stagioni in Coppa del mondo ne ha viste tante e nel mese di giugno compirà 44 anni. Nonostante questo, riesce ancora ad essere competitivo, anche se in maniera più sporadica rispetto alla passata stagione, in questo contesto di gara. Quarta piazza per il tedesco Richard Freitag, secondo a metà gara. Alle sue spalle i norvegesi Kenneth Gagnes e Anders Fannemel mentre l’austriaco Stefan Kraft ha chiuso in settima piazza proprio davanti al già citato Freund.

Non è riuscito a qualificarsi per la seconda serie di salti Sebastian Colloredo, unico rappresentante azzurro. La sua gara si è interrotta dopo il primo salto, chiuso con il 40esimo punteggio.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto By Clément Bucco-Lechat (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top