Nuoto, Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti: i nuovi gemelli diversi del nuoto azzurro


deepbluemedia

La rassegna degli Europei di vasca corta a Netanya (Israele) è giunta alla conclusione e la squadra italiana porta via con sé un bottino di medaglie notevolissimo (17 di cui 5 ori 7 argenti e 5 bronzi) ma soprattutto tante nuove certezze. Tra queste vi è senz’altro una coppia di atleti che, analizzando le loro prestazioni nei campionati continentali, sono insieme a Federica Pellegrini le carte più concrete di medaglia per i Giochi Olimpici di Rio 2016. Parliamo di Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, primo e secondo nella gara dei 1500m valsa il nuovo record del mondo ad opera di Greg(14:08.06) e messo in soffitta il vecchio limite (14:10.10) firmato da Grant Hackett il 7 Agosto 2001 a Perth.

Una gara entusiasmante che ha esaltato Paltrinieri, capace di scendere di ben 8 secondi da quel 14:16.10 di Doha, pur non al 100% della forma, come da lui stesso ammesso alla vigilia della finale continentale.“Ho appena iniziato a scaricare – dichiarava il campione azzurro – perché l’obiettivo è andare al top a Indianapolis per il Duel in the Pool Europa-Usa, ma son contento perché la risposta è stata buona, ho voluto provare a forzare per capire come reagivo ed è andata bene. In finale sarà un’altra gara, vedremo con Christiansen e Detti“. Ed è stata oggettivamente un’altra gara. Un’impostazione su ritmi folli da 28″ per vasca. Riscontri incredibili che hanno portato al naturale limite mondiale e alla candidatura di Paltrinieri a nuovo riferimento assoluto del mezzofondo in piscina. Ed ora al Duel in the Pool, programmato l’11 e il 12 Dicembre, che cosa c’è da aspettarsi? Sicuramente una sfida interessante con l’americano Connor Jaeger, secondo ai Mondiali di Kazan, che qualche timore lo aveva fatto provare a Paltrinieri, in quella finale iridata così anomala per l’assenza improvvisa di Sun Yang. Vero è che Gregorio, forse, uno dei rivali più qualificati se lo ritrova proprio in casa e parliamo appunto di Detti.

CLICCA PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Lascia un commento

Top