Nuoto, Europei vasca corta Netanya 2015, Cesare Butini: “Europeo ottimo. Sono soddisfatto per la crescita mentale”

20151205-Netanya2015-GPER-Day04-Finals-024.jpg

Foto da: Giorgio Scala/DeepBlueMedia/comunicato ufficiale Len


E’ un soddisfatto Cesare Butini quello che ha commentato, ai microfoni della Rai, la prestazioni di Netanya 2015: “Un europeo ottimo sotto il profilo dei risultati in cui completiamo un percorso di crescita. Vedere le ragazze dei 400m disputare con questa carica la finale di oggi è davvero una cosa positiva. Non ci sono state controprestazioni eclatanti. E’ una crescita molto importante con 48 primati personali, oltre 10 record italiani. Una competizione che è un trampolino importante che va preso per quello che è e io vedo una crescita di consapevolezza.

Sul bottino di medaglie Butini afferma che: “Gregorio è in una continua evoluzione. Confrontandomi con Morini ci stava impressionando in allenamento per la sua facilità di nuotata. Ha dimostrato un salto di qualità e mi fa piacere che anche Gabriele Detti abbia messo in acqua un prestazione di grande livello (14:18 nei 1500m). Abbiamo ottenuto tante vittorie soprattutto con le staffette e questo dà un quadro significativo sul nostro movimento“.

Sulla programmazione scelta il ct chiarisce che: “La programmazione è quella classica, individuando in Aprile la qualificazione olimpica, avendo poi l’Europeo concepito sempre in chiave “Giochi”. Abbiamo varie direttive: cerchiamo di favorire la competizione, partecipando a diversi meeting con i migliori atleti, anche in Europa. Sono programmati due o tre raduni di allenamenti, a Gennaio andremo a Tenerife e in America con i velocisti. Per i fondisti il lavoro sarà diverso andando in Messico e poi in Florida. Cercheremo comunque di tenere sotto controllo gli atleti anche in Italia senza trascurare l’inserimento di giovani, come viatico per il prossimo quadriennio olimpico. Per questo nei raduni verranno inseriti dei giovani”.

Alla domande sugli orari di gara a Rio, il commissario tecnico della nazionale precisa:Faremo delle  simulazioni a partire da Gennaio, nei nostri centri federali  per avere delle percezioni da parte degli atleti senza però troppi allarmismi. Il problema riguarda tutta una settimana di gestione e in questo senso abbiamo sensibilizzato il Coni per avere un alloggio funzionale ai nostri impegni. Noi dobbiamo tornare ad essere consapevoli delle nostre potenzialità anche a livello mondiale. Sono contentissimo di quello che hanno fatto i ragazzi e felice di come i nuotatori si siano migliorati. Pensiamo alle prestazioni di Sabbioni, la conferma di Rivolta: sono dati confortanti che ci fanno sorridere per il futuro”.

Veniamo ora alle parole dei protagonisti, a cominciare da Marco Orsi, vincitore dei 100 stile libero odierni: “Sono contento per la medaglia, avrei solo voluto stabilire il record italiano in un contesto internazionale – dichiara il venticinquenne di Uisp Bologna e Fiamme Oro allenato da Roberto Odaldi – Adesso mi confronterò con i pesi massimi, come lo statunitense Nathan Adrian al ‘Duel on the pool’. Sono soddisfatto, è una medaglia che mi dà fiducia”

Considerazioni colme di orgoglio per i quattro staffettisti della 4×50 mista, vincitori dell’oro nell’ultima gara della competizione continentale. “Un’edizione storica trascinata dalle staffette – racconta a caldo Fabio Scozzoli, dall’alto della sua esperienza. L’Italia sta crescendo come squadra e questo dimostra che possiamo lavorare con fiducia”. Daccordo Matteo Rivolta che aggiunge: “La mista è sempre stata un po’ sottovalutata dal gruppo; arriva a fine manifestazione quando affiora la stanchezza, invece dobbiamo crederci in vista delle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Siamo competitivi. Abbiamo grandi potenzialità”.

Staffettista nonché vincitore dell’argento sui 50 dorso con primato tricolore in 23.09 Simone Sabbioni non nasconde la propria felicità: “Ho gareggiato cinque giorni ad altissimo livello, senza patire la fatica – dichiara il 19enne riminese di Esercito e Swim Pro SS, allenato da Luca Corsetti. Ho stabilito i primati nazionali di tutte le distanze della vasca corta. Sinceramente non me l’aspettavo. E’ stato un campionato europeo con i fiocchi”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Foto da: Giorgio Scala/DeepBlueMedia/comunicato ufficiale Len

Twitter: @Giandomatrix

One thought on “Nuoto, Europei vasca corta Netanya 2015, Cesare Butini: “Europeo ottimo. Sono soddisfatto per la crescita mentale””

  1. ale sandro scrive:

    Come edizione sicuramente positiva, con molti avversari stranieri tra i big presenti e qualche defezione importante. Record di ori (sempre riferito all’Italia) eguagliato e di medaglie totali sfiorato, primi in classifica nazioni ,secondi nel medagliere. Benissimo i tanti primati personali, con la gemma di Paltrinieri.
    Ora ci si deve concentrare su quello che è l’obbiettivo stagionale e del quadriennio,e sarei contento di vedere lo stesso tipo di prestazioni ai primaverili prima, e a Rio successivamente, almeno per quegli atleti giovani che hanno più margini di miglioramento. Molto contento per Detti, Sabbioni e la Di Pietro, tre atleti che hanno fatto ottimi tempi, in rapporto al proprio valore. Speriamo la Federazioni si organizzi bene nelle “simulazioni” per Rio.

Lascia un commento

Top