Nuoto, Assoluti Invernali: Detti dominatore dello stile libero. Scalia la sorpresa del dorso

Gabriele-Detti-nuoto-foto-La-presse-ph.-Gian-Mattia-D’Alberto-ricevute-da-ufficio-stampa-Arena-Italia.jpg

Nel pomeriggio di gare dell’ultima sessione degli assoluti invernali di nuoto di Riccione è stata la giornata del quarto titolo italiano per Gabriele Detti che dopo aver vinto 200, 400, 800 metri stile libero ha completato il filotto della specialità con il successo anche nei 1500m stile libero. Una gara gestita magistralmente dall’allievo nonché nipote di Stefano Morini. Un passo da poco meno di 30 secondi per vasca per poi una grande chiusura negli ultimi 150 metri che l’hanno portato 14’53″93 a poco più di 1 secondo dal suo personale in condizione di forma tutt’altro che eccellenti. Un crono che, dunque, conferma la crescita soprattutto mentale del livornese e la consapevolezza che l’Italia potrà contare nei prossimi mesi anche su un altro grande mezzofondista insieme al fenomeno Gregorio Paltrinieri.

Tra le altre note liete, non possiamo che citare la vera sorpresa di questi campionati ovvero la 20enne Silvia Scalia che sui 100m dorso ha stupito tutti, ivi compreso se stessa, vincendo con una prestazione di altissimo profilo a soli 3 decimi dal record italiano (gommato) di Elena Gemo (1’00″22) in 1’00″54. Un’atleta ritrovata, dopo anni di difficoltà, che potrebbe rivelarsi ancor più consapevole dei propri mezzi ad Aprile 2016, quando si dovranno conquistare i pass olimpici. Riscontri positivi anche quelli offerti da Silvia Di Pietro che, nonostante le fatiche accumulate nei tanti impegni nazionali ed europei, ha timbrato un 54″52 sui 100m stile, nella gara orfana di Federica Pellegrini, molto confortante e che rilancia le prospettive alle qualificazioni olimpiche già citate.

A conquistare gli altri titoli di giornata sono stati Luca Mencarini suo 200m dorso in un buon 1’58″06, Stefania Pirozzi sui 200 farfalla (2’09″17), Francesca Fangio nei 200 rana (2’28″85), Federico Turrini nei 200 misti (2’01″11), Martina Caramignoli nei 1500m stile libero (16’16″40) e Luca Dotti nei 50m stile libero (22″26). Sulle prestazione di quest’ultimo si è anche pronunciato l’allenatore Claudio Rossetto che ha parlato di “malato in via di guarigione” aggiungendo che: ” L’anno scorso non è stato facile e ora ha cominciato l’anno con un piglio nuovo per proiettarsi a Rio. Dotto non veniva da una stagione semplice, avevamo bisogno di qualche settimana in più senza finalizzare neanche per questo evento e, visti i risultati, sono molto contento soprattutto per quanto ha fatto nei 100m. Noi speriamo di continuare così.

Alla domanda sulla 4×100 e le prospettive olimpiche Rossetto ha chiarito: “ Credo che la squadra sia più o meno quella e difficilmente avremo degli inserimenti nuovi. Dobbiamo arrivare al momento topico con tutti e 4 al 100%. Sul target di Luca Dotto,infine, l’allenatore ammette: “Vorrei vederlo scendere sotto il 48″ con una certa consistenza”.

RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto da: LaPresse/Gian Mattia D’Alberto/ricevuta da ufficio stampa Arena Italia

Lascia un commento

Top