Motomondiale 2016: alla scoperta di Nicolò Bulega, la grande speranza del motociclismo italiano

Nicolò-Bulega-Libera.jpg

Nicolò Jarod Bulega è nato a Montecchio Emilia (Reggio Emilia) il 16 ottobre 1999 ma da sempre è residente a San Clemente, in provincia di Rimini. Figlio di Davide Bulega, anch’egli pilota professionista negli anni ‘90, ha iniziato a correre ad appena otto anni nel Campionato italiano di minimoto. Nel 2010 i primi passo verso le “moto vere”: ha corso, infatti, il Campionato italiano MiniGP 50 cc.; quarto assoluto nell’italiano e terzo nel Campionato europeo di categoria, conquistando sette podi tra gare nazionali e continentali.

Nel 2011 si è laureato Campione italiano ed europeo MiniGP Junior 50, l’anno successivo Campione nazionale PreGP 125, mentre nel 2013 ha vinto il Campionato di categoria PreGP 250. Nel 2014 è entrato a far parte della VR46 Riders Academy (il progetto motociclistico ideato da Valentino Rossi) ed ha partecipato al Campionato Europeo di Velocità (CEV), categoria Moto3, concludendo la stagione al sesto posto.

Quest’anno il talentuoso Nicolò ha chiuso come meglio non poteva l’apprendistato pre-Motomondiale: ottenendo tre terzi posti, tre secondi e una vittoria si è aggiudicato a Valencia il FIM CEV Repsol 2015, competizione che nel frattempo si è trasformata in Mondiale Junior. Una vittoria finale di assoluto prestigio, fortemente voluta da Bulega, conquistata al termine di una lotta serrata in cui si è ritrovato a fare i conti con un’agguerritissima concorrenza spagnola. Ancora loro! Unico pilota a finire sempre a punti e senza mai riportare uno “zero” nel suo personal score, Nicolò ha conquistato ben sette podi in dodici appuntamenti, compreso il successo nel round di Jerez come ciliegina sulla torta. “Bulegas” – questo il suo nick di battaglia – ha chiuso in testa alla classifica con 189 punti, solo 4 in più dei rivali spagnoli Arenas, Canet, Mir: non a caso, anche gli ultimi due piloti l’anno prossimo saranno di scena in Moto3.

Il primo assaggio di Motomondiale, da wild card, c’è stato già a Valencia, in occasione dell’ultima gara della stagione 2015, in cui Bulega si è fatto notare sin dalle prove libere con la sua KTM, concretizzando quanto di buono vien detto sul suo conto ormai da anni chiudendo in zona punti la gara d’esordio (12°).
Con la stella di Campione del Mondo Junior sulla tuta e sulla carena, Nicolò Bulega si appresta ora a compiere il grande salto definitivo nel palcoscenico del Mondiale Moto3 con lo Sky Racing VR46, team in cui andrà a costituire un temibilissimo tridente azzurro con Romano Fenati e Andrea Migno. Quest’anno il sedicenne emiliano-romagnolo ha in qualche modo già vendicato il suo proprietario di Scuderia Valentino Rossi: un gran bel biglietto da visita, quantomeno per noi italiani, per iniziare la lunga avventura nel mondo dei grandi. Piloti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: Pagina FB Nicolò Bulega

Lascia un commento

Top