Judo, Campionati Italiani 2015: i risultati delle categorie maschili

Judo-Antonio-Esposito.jpg

Nella giornata di sabato, Torino ha ospitato i Campionati Italiani assoluti 2015 di judo per le sette categorie maschili. In attesa delle donne, che saliranno sul tatami quest’oggi, vediamo tutti i risultati di ieri.

60 KG: 1) Elios Manzi (Fiamme Gialle); 2) Angelo Lanzafame (Titania Catania); 3) Andrea Ferretti (Cus Siena) e Michael Raso (Accademia Torino)

Dopo aver patito qualche infortunio di troppo, il diciannovenne Elios Manzi è tornato a combattere per conservare il titolo che aveva già fatto suo lo scorso anno ad Asti. Queste le parole del siciliano rilasciate al sito federale: “Sapevo che potevo farcela e ci credevo! Dedico questa vittoria alle Fiamme Gialle, alla mia famiglia ed al maestro del mio club“.

66 KG: 1) Davide Faraldo (Nippon Napoli); 2) Salvatore Mingoia (Carabinieri); 3) Diego Cressi (Fiamme Azzurre) e Fabio Basile (Esercito)

Davide Faraldo, ventiduenne napoletano, ha conquistato il suo primo titolo nazionale battendo in finale Salvatore Mingoia, anche se il match più importante è stato quello della semifinale contro il campione uscente Fabio Basile: “L’incontro con Basile è stato tiratissimo – ha detto Faraldo – e lui è comunque un grande atleta. Per me questo è un grande risultato, che desidero dedicare interamente alla mia famiglia“. Diverso il pensiero di Basile, che sui social network ha detto la sua in modo polemico a causa di una sanzione quanto meno dubbia che gli è stata comminata proprio contro Faraldo: “Non farò mai più un campionato italiano assoluto!!! Vergogna Italia…. Sempre peggio!“.

73 KG
1) Enrico Parlati (Fiamme Oro); 2) René Villanello (Akiyama Settimo); 3) Augusto Meloni (Fiamme Oro) e Emanuele Bruno (Fiamme Gialle)

Enrico Parlati, ventitreenne napoletano, è andato a prendersi il suo primo titolo nazionale dopo la vittoria in finale sull’italo-francese René Villanello: “Sono venuto per vincere e ci sono riuscito nonostante fossi molto stanco per le tante gare internazionali che sto disputando. Infatti, non facevo il peso alla mattina ormai da tre anni, ma volevo esserci da protagonista. La finale è stato l’incontro più bello, perché si è creata un’atmosfera bellissima che ho sentito un pò di più. Dedico questa medaglia a mio padre e mia madre“. Da notare la medaglia di bronzo di Emanuele Bruno, alla prima gara da 73 kg, che ha festeggiato sui social network: “Nonostante l’infortunio alla spalla, il cambio di categoria e le decisioni arbitrali non proprio a mio favore, ancora una volta ho dimostrato di essere sempre su quel podio! Medaglia di bronzo ai campionati assoluti! Un BOOM per voi…“. Cambio di categoria solo provvisorio, invece, per Elio Verde, eliminato precocemente da Villanello, così come è subito uscito di scena il campione in carica Ermes Tosolini.

81 KG: 1) Antonio Esposito (Fiamme Azzurre); 2) Massimiliano Carollo (Fiamme Azzurre); 3) Luca Poeta (Fiamme Oro) e Alessandro Bergamo (Akiyama Settimo)

Esordio con vittoria per Antonio Esposito tra gli 81 kg: il campione d’Europa Under 23 ha vinto il suo primo tricolore in quella che sembra dover diventare la sua nuova categoria per le prossime stagioni, battendo un atleta che invece la conosce molto bene come Massimiliano Carollo.

90 KG: 1) Giovanni Carollo (Carabinieri); 2) Nicholas Mungai (Akiyama Settimo); 3) Lorenzo Todini (Kodokan S.Angelo) e Antonio Saponaro (Kyai Ostuni)

A ventisei anni, Giovanni Carollo ha conquistato il suo quarto titolo nazionale assoluto, vincendo per la prima volta, però, nella categoria che ha abbracciato da quest’anno. La vittoria in finale è stata ottenuta contro il ventiduenne Nicholas Mungai, che ha disputato per la prima volta una finale in questa rassegna.

100 KG: 1) Vincenzo D’Arco (Fiamme Gialle); 2) Giuliano Loporchio (Fiamme Gialle); 3) Claudio Pepoli (Preneste Castello) e Davide Pozzi (Besanese)

Nella categoria 100 kg ha avuto luogo l’attesa sfida tra Vincenzo D’Arco e Giuliano Loporchio, con il napoletano che si è imposto per la seconda volta in carriera dopo quella del 2013, cancellando così la sorprendente sconfitta subita in finale lo scorso anno da Pablo Tomasetti. Segnaliamo anche la presenza di Walter Facente che, impegnato nella categoria superiore rispetto a quella che gli appartiene, ha subito un infortunio nella semifinale contro D’Arco.

+100 KG: 1) Alessio Mascetti (Carabinieri); 2) Fabio Dell’Anna (Fiamme Oro); 3) Valerio Menale (Fitness Club Nuova Florida) e Andres Felipe Moreno (Fiamme Gialle)

Reduce dagli infortuni che hanno pesantemente condizionato la sua stagione, il ventiseienne Alessio Mascetti si è confermato campione italiano dei pesi massimi sconfiggendo in finale Fabio Dell’Anna. Un importante successo per il judoka romano che lo rilancia in vista del 2016.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FIJLKAM – Emanuele Di Feliciantonio

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top