Il 2015 del judo italiano: tutte le medaglie e gli avvenimenti più importanti


Judo Matteo Piras EJU

Il 2015 del judo azzurro ha confermato in pratica quanto si era visto negli anni passati. L’Italia può contare su due atlete come Edwige Gwend (63 kg) ed Odette Giuffrida (52 kg) in grado di andare a medaglia nelle grandi competizioni, e su di una serie di atleti che danno una buona consistenza in tutte le categorie, a dimostrazione di un movimento vivo e presente che però al momento non regge il confronto contro le grandi nazioni del judo mondiale in occasione delle rassegne più importanti. Le novità più positive sono invece arrivate dalle tante vittorie in ambito giovanile, che però andranno confermate nei prossimi anni, quando gli stessi judoka si troveranno a combattere in contesti di livello ancora più elevato. Per ora, tra i giovani che hanno avuto l’opportunità di combattere in importanti tornei senior, Antonio Esposito (73 kg) e Fabio Basile (66 kg) sono quelli che hanno centrato i risultati più interessanti.

IL 2015 DEL JUDO ITALIANO

17 GENNAIO: la prima medaglia italiana è firmata da Andrea Regis. Il piemontese ottiene l’argento nella categoria 73 kg all’African Open di Tunisi, perdendo solamente in finale con il francese Guillaume Chaine (clicca qui).

1° FEBBRAIO: al Belgian Open di Visé, Fabio Andreoli ottiene la medaglia d’oro nella categoria 60 kg. Antonio Esposito (73 kg) è argento, mentre Domenico Di Guida (100 kg) si piazza terzo (clicca qui).

7 FEBBRAIO: Matteo Piras (66 kg) conquista la medaglia di bronzo all’European Open di Sofia (clicca qui).

14 FEBBRAIO: Manuel Lombardo (60 kg) vince l’oro al’European Open cadetti di Zagabria. L’Italia conquista in tutto sette medaglie (clicca qui).

15 FEBBRAIO: Christian Parlati (73 kg) imita Lombardo a Zagabria, l’Italia chiude con un bottino finale di undici podi (clicca qui). Non arrivano medaglie, invece, nell’appuntamento casalingo dell’European Open di Roma (clicca qui).

21-22 FEBBRAIO: L’Italia continua a dominare nella categoria cadetti in occasione dell’Europea Cup di Follonica (clicca qui e qui).

28 FEBBRAIO: Giulia Cantoni (70 kg) ottiene l’argento all’European Open di Praga, superata in finale dalla francese Fanny-Estelle Posvite. Brava anche Valentina Giorgis, bronzo tra le 57 kg (clicca qui).

7-8 MARZO: la squadra italiana conquista otto medaglie all’European Cup di Zurigo, in Svizzera (clicca qui e qui).

14 MARZO: Maria Centracchio ottiene la prima medaglia d’oro italiana in una prova del World Tour 2015, all’African Open di Casablanca. Nella categoria 57 kg, la molisana supera le connazionali Valentina Giorgis, seconda, e Martina Lo Giudice, terza (clicca qui).

14-15 MARZO: l’Italia continua a collezionare medaglie nelle categorie junior e cadetti. Spicca la medaglia d’oro di Sara Trina a Fungirola, in Spagna (clicca qui per i cadetti e qui e qui per gli junior).

15 MARZO: Elisa Marchiò imita Centracchio e conquista la medaglia d’oro a Casablanca nella categoria +78 kg (clicca qui).

CLICCA SU PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE

Lascia un commento

Top