Ginnastica – Il 2015 di Record, prime volte, numeri esorbitanti e… Tra Biles, l’Italia, 4 ori e…

Simone-Biles-Mondiali-Glasgow.jpg

Si sta per concludere il 2015, un anno che ha regalato molto alla ginnastica artistica. Vediamo i momenti cruciali, tra record e prime volte storiche, in attesa di rivivere l’intera stagione grazie al nostro super diario che uscirà domani: 365 giorni di ginnastica rivissuti grazie ai nostri articoli (oltre 1200 in un anno!).

 

  • Simone Biles che ha più volto sfondato l’inarrivabile barriera dei 62 punti col nuovo codice dei punteggi: sembrava impossibile e invece la Campionessa del Mondo ci è riuscita per tre volte consecutive tra American Cup, Trofeo di Jesolo e US Classic. Epica la bordata da 63 punti ai Campionati Nazionali ma naturalmente con tutt’altro peso.
  • Simone Biles diventa l’atleta più vincente della storia dei Mondiali (10 ori) e si laurea Campionessa del Mondo per il terzo anno consecutivo: non era mai successo!
  • Quattro Campionesse del Mondo alle parallele asimmetriche: quattro ori a Glasgow nella stessa specialità. Non era mai successo nella storia dello sport in generale!
  • Simone Biles ha superato anche i 16 punti al corpo libero e sfiorato il 10.0 perfetto nell’esecuzione al volteggio
  • Larisa Iordache è stata la seconda ragazza capace di superare i 61 punti nel concorso generale. Epica la rimonta ai Mondiali: da un pessimo turno di qualificazione fino al bronzo
  • A Glasgow si sono disputati i Mondiali con il maggior numero di iscritti della storia
  • A Baku, invece, per la prima volta si sono svolti gli European Games, ribattezzati Giochi Olimpici Europei
  • Rivoluzionato il format delle Finali di Specialità agli Europei (uomini e donne con alternanza di attrezzo)
  • E poi il ritorno di due Campionesse Olimpiche (Gabby Douglas e Aly Raisman), il trionfo di Giulia Steingruber agli Europei, l’affermazione di Aliya Mustafina a Baku
  • Viene proposto il nuovo codice dei punteggi per il 2017-2020
  • Per l’Italia la stagione dei Record con la qualificazione alle Olimpiadi 2016 (dai Mondiali per la terza volta nella storia negli ultimi 40 anni), il terzo posto di Erika Fasana all’American Cup ma anche il record negativo della Nazionale maschile ai Mondiali

Lascia un commento

Top