Freestyle, moguls: sorpresa Matthews, Kingsbury subito a segno

Kingsbury_Mikael1-620x413.jpg

Le nevi finlandesi di Kuusamo, presso la stazione sciistica del Ruka, hanno inaugurato la stagione 2015/2016 della Coppa del Mondo di gobbe, con una prova di dual moguls, la specialità che vede gli atleti sfidarsi a coppie in un tabellone di tipo tennistico.

Pluridetentore della sfera di cristallo, il canadese Mikaël Kingsbury ha inaugurato l’anno sciistico con una nuova vittoria, portandosi a quota ventinove successi in Coppa del Mondo, cifra che gli ha permesso di superare di una unità il record del leggendario francese Egdar Grospiron, dominatore della disciplina all’inizio degli anni ’90. In finale, il re delle gobbe ha incontrato proprio un francese, Benjamin Cavet, battuto per 20-15 ma comunque soddisfatto per aver centrato il suo secondo podio in carriera. Completa il podio il giapponese Ikuma Horishima, classe 1997 e vera sorpresa di giornata, che ha fatto decisamente meglio del suo tredicesimo posto di due stagioni fa in Norvegia, battendo nel match per il terzo posto il canadese Philippe Marquis (22-13). Tra i delusi va invece annoverato il campione del mondo Anthony Benna (Francia), caduto nel corso degli ottavi di finale quando stava duellando proprio con Marquis.

Al femminile tutti i pronostici sono stati sovvertiti: con il ritiro della fuoriclasse Hannah Kearney, è infatti arrivata una nuova statunitense che in Finlandia ha centrato il risultato più importante della carriera. Si tratta di Mikaela Matthews, che il 24 dicembre prossimo compirà ventiquattro anni, vincitrice di una impensabile finale contro la russa Regina Rakhimova per 23-12. Matthews vantava prima di oggi un solo podio in Coppa del Mondo, mentre Rakhimova non aveva mai fato meglio di un quarto posto risalente al 2011. Terzo posto per una delle favorite della vigilia, la canadese Chloé Dufour-Lapointe, brava a riprendersi dalla delusione della semifinale per superare col punteggio di 23-12 la norvegese Hedvig Wessel. Ancora peggio è andata alla sorella Justine Dufour-Lapointe, uscita di scena agli ottavi di finale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top