F1: il ritorno al vertice della Ferrari nel 2015. Ora serve battere la Mercedes


Vettel Ferrari FOTOCATTAGNI

Nei pochi giochi che ci separano dal nuovo anno (2016), è giusto andare ad analizzare cosa sia stata la stagione 2015 della Formula 1, soprattutto guardando a ciò che ci interessa maggiormente cioè i colori Ferrari. Nell’annata che ha visto nuovamente stravincere la Mercedes e Lewis Hamilton, al suo secondo titolo iridato consecutivo sotto l’insegna della Casa di Stoccarda e al terzo della carriera come Ayrton Senna, la casa di Maranello è tornata ai vertici della categoria, dopo l’annus horribilis 2014. Un differenziale impressionante rappresentabile dalle seguenti tabelle che mettono a confronto il biennio (2014/2015) con i riscontri dei piloti:

Formula 1 2014 Punteggio Classifica finale
Fernando Alonso 161
Kimi Raikkonen 55 12°
Ferrari 216

 

Formula 1 2015 Punteggio Classifica finale
Sebastian Vettel 278
Kimi Raikkonen 150
Ferrari 428

Ebbene come si può notare, c’è stato un guadagno da parte del Cavallino Rampante di più di 200 punti e la conquista della piazza d’onore alle spalle delle frecce d’argento nel Mondiale costruttori. Un miglioramento sensibile che, ricordando la conferenza stampa di Natale 2014 del Presidente Sergio Marchionne e del nuovo Team Principal Maurizio Arrivabene, avrebbe avuto come target per il 2015: Un paio di vittorie sarebbero un successo, tre un trionfo. Se ne vinciamo quattro vado in Paradiso – queste le parole di Arrivabene.

CLICCA PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Lascia un commento

Top