Equitazione: Guerdat in forma olimpica, Moneta sul podio in Spagna

Equitazione-salto-Steve-Guerdat.jpg

Il Grand Prix del CSI cinque stelle di Ginvera, in Svizzera, prova valida per il Grand Slam di salto ostacoli, ha premiato il padrone di casa Steve Guerdat. In sella a Nino de Buissonnets, il campione olimpico in carica ha completato i due percorsi della prova contro il tempo con barrage senza commettere errori e con un tempo di 40″94, battendo di soli tre centesimi il vicecampione europeo, il francese Simon Delestre su Qlassic Bois Margot (40″97). Più staccato, ma comunque sul podio, un altro campione olimpico, il canadese Éric Lamaze su Fine Lady 5 (41″45), mentre per i colori azzurri è arrivato l’ottimo piazzamento di Emanuele Gaudiano, quinto su Admara (42″01), preceduto anche dallo statunitense Kent Farrington su Voyeur (41″47).

In precedenza si era tenuta un’altra prova contro il tempo, sempre dominata dai rossocrociati con la vittoria di Frédérique Fabre Delbos su Nirvana Basters (60″62) ed il secondo posto di Romain Duguet su Cacharel (61″65). L’unico ad interrompere il dominio svizzero sul podio è stato il brasiliano Carlos Ribas, terzo su Wilexo (62″10).

Da notare che a Ginevra si è tenuta anche una prova valida per la Coppa del Mondo di attacchi: la vittoria è andata al fuoriclasse australiano Boyd Exell (328.86), che al termine delle due gare in programma ha preceduto il sorprendente francese Sébastien Mourier (340″22) e l’olandese Koos de Ronde (343.00).

Passando al CSI cinque stelles “Las Casas” di La Coruña, in Spagna, va invece sottolineato il podio di Luca Maria Moneta e Connery, terzi nella prova finale del concorso iberico con un tempo di 53″83. Meglio hanno fatto solamente due belgi, il vincitore Olivier Philippaerts su H&M Challenge V. Begijnakker (51″71) e Jérôme Guery, secondo su Papillon Z (52″57).

Lo stesos Guery aveva colto anche un altro secondo posto nella prova in due fasi su Grand cru van de rozenberG (31″75), superato unicamente dall’amazzone britannica Laura Renwick su Heliodor Hybris (31″53) ma davanti all’olandese Leopold van Asten su VDL Groep Beauty (31″86).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top