Ciclismo, Valerio Agnoli: “Voglio andare a Rio 2016 per aiutare Nibali. Percorso adatto a lui”

Agnoli-Nibali-Astana-Foto-Gianluca-Santo.png

Dopo una stagione tutt’altro che positiva, si proietta già sul 2016 Valerio Agnoli, corridore laziale dell’Astana. Nell’intervista a Spaziociclismo svela tutti i suoi obiettivi per la prossima stagione, a partire dalle Olimpiadi di Rio.

Queste le sue parole: “Penso al 2016 dove ci sono altri obiettivi e altre motivazioni. C’è grande voglia di fare e sono qui perché voglio dare il meglio di me stesso. Non nascondo che è il mio grande obiettivo sarà andare forte al Giro e vorrei andare alle Olimpiadi. Quello di Rio è un percorso che ho provato ad Agosto e credo si adatti molto alle mie caratteristiche al fine di aiutare la Nazionale. Credo che sono un corridore che ha molta esperienza e che può dare il suo apporto a qualsiasi capitano che rappresenterà l’Italia. Per quanto mi riguarda sono un Professsionista con la P maiuscola e credo di averlo dimostrato anno dopo anno. È un percorso adatto a Nibali perché ovviamente è molto duro e io Nibali lo definisco un Maradona visto che può creare delle situazioni che altri corridori della sua caratura non riescono, come avvenuto al Lombardia. Credo che alle Olimpiadi si possa vincere di forza, ma anche molto di astuzia e furbizia perché ci sono dei pezzi dove Vincenzo potrà fare la differenza. Avere cinque corridori al via credo che aiuti la nostra nazionale perché noi italiani siamo molto forti come gruppo e come grande squadra. Credo che Cassani in questi anni abbia dimostrato facendo dei mini stage o anche alcune gare con la nazionale di coinvolgere tutti i corridori permettendoci anche di conoscerci. Credo che stia portato avanti un grande progetto che porterà a grandi risultati”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Gianluca Santo

Tag

Lascia un commento

Top