Canottaggio: 2015 perfetto per il quattro senza, male il settore femminile

quattro-senza-senior-canottaggio-varese-2015-foto-federazione-canottaggio.jpg

Non si può non iniziare da Giuseppe Vicino, Matteo Lodo, Matteo Castaldo e Marco Di Costanzo, presenti anche nella prima edizione dei Gazzetta Sports Awards. 20 anni dopo il trionfo di Riccardo Dei Rossi, Raffaello Leonardo, Valter Molea e Carlo Mornati, il quattro senza italiano si è laureato di nuovo campione del mondo sulle acque di Aiguebelette. Non era facile mettersi alle spalle l’Australia di William Lockwood, Joshua Dunkley Smith, Spencer Turrin e Alexander Hill, orfana dell’infortunato Lloyd ma comunque degna avversaria. Con il quartetto aussie a ranghi completi, battere gli oceanici a Rio potrebbe avere ancora un sapore più dolce per gli iridati del bel paese.

La medaglia d’oro del quattro senza non è stata tuttavia l’unica bella notizia arrivata dai Mondiali francesi. Le cinque finali olimpiche portate a casa sono un buon bottino e Il trend rispetto alle rassegne iridate precedenti è positivo; nettamente meglio del 2014 e mai così bene nei Mondiali pre-olimpici da Milano 2003, quando furono addirittura sette le barche tricolori in finale. Non sono mancati naturalmente i passi falsi, alcuni dei quali decisivi nel non raggiungere i 7-8 biglietti per Rio annunciati alla vigilia dal dt La Mura.

Se il settore femminile, complice l’annata no di Milani-Sancassani è stato praticamente inesistente, non hanno prodotto risultati le modifiche dello staff tecnico volte a migliorare il quattro di coppia, barca che cercherà un biglietto per Rio a Lucerna. Da notare il numero di raduni programmati da La Mura per affrontare al meglio la tappa di Coppa del mondo in terra svizzera e naturalmente le Olimpiadi di Rio: primo ritrovo 2016 a Sabaudia da giovedì 7 a domenica 24 gennaio, il secondo da lunedì 1 febbraio a domenica 14 febbraio più gara valutativa a Piediluco. Sempre nei due centri operativi del canottaggio azzurro il gruppo olimpico si allenerà da lunedì 22 febbraio a domenica 13 marzo; qualche giorno di pausa, poi altro tour de force che porterà alla prima regata TRio 2016 in programma dal 18 al 20 marzo. Quasi cento giorni di allenamenti contando pure quelli invernali di fine anno.

Foto federazione italiana canottaggio

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

 

 

Lascia un commento

Top