Canoa slalom, Giovanni De Gennaro: “Tracciato olimpico non entusiasmante”

Giovanni-De-Gennaro-canoa-slalom-foto-sua-fb-Ettore-Ivaldi.jpg

Il miglior azzurro a Rio. Dodicesimo ad appena 80 centesimi dall’ingresso in finale e davanti ai compagni di squadra Daniele Molmenti e Andrea Romeo, Giovanni De Gennaro ha detto la sua sull’impianto dove il prossimo anno si assegneranno le medaglie olimpiche.

Come valuti il tracciato olimpico? È adatto alle tue caratteristiche?

“Il tracciato olimpico non mi ha entusiasmato, è molto diverso da quello a cui siamo abituati e ancora oggi dopo più di due settimane fatico ad adattarmi a tutte le situazioni. Sicuramente è molto tecnico e allo stesso tempo fisico per la sua notevole lunghezza. Non è uno dei canali più divertenti su cui abbia pagaiato ma sicuramente è stimolante imparare a navigarci bene”.

Tra gli italiani sei stato il migliore, come vivi la rivalità con Daniele Molmenti e Andrea Romeo?

“La rivalità all’interno della squadra è molto costruttiva, siamo molto competitivi tra di noi ma ci rispettiamo a vicenda”.

Tra gli avversari, i francesi hanno fatto subito la voce grossa, ti ha stupito qualcuno in particolare?

“Non è una sorpresa che i francesi abbiano fatto un’ottima prestazione, sicuramente volevano rifarsi dopo un mondiale non troppo brillante. Mi ha stupito molto la progressione di Biazizzo durante il fine settimana, è riuscito a trovare il suo ritmo e ha fatto una finale strepitosa. Con una manche così avrebbe vinto anche durante la stagione di gare lontano dai carichi di lavoro a cui siamo sottoposti adesso”.

Dal punto di vista logistico come hai trovato gli impianti brasiliani?

“Gli impianti brasiliani sono a buon punto ma alcune costruzioni non sono ancora terminate. Durante tutto il test event è stata allestita una zona atleti con delle tende. Per quanto riguarda invece il canale della gara penso abbiano fatto un ottimo lavoro, a Londra hanno avuto bisogno di molti tentativi prima di trovare una disposizione degli ostacoli che fosse adatta a una gara; i brasiliani l’hanno trovata in meno di un mese”.

Che voto dai alla tua stagione?

“È difficile dare un voto alla mia stagione. Sicuramente non sono contento per i risultati ottenuti, sono rimasto costantemente fuori dalle finali per pochi decimi. Tuttavia so che servono anche degli anni così per poter crescere e non accontentarsi di quello che si è ottenuto. Aspetterò la prossima stagione per dare un voto a quella appena passata, in base alla reazione che avrò dopo un anno così difficile saprò se giudicarla positivamente o negativamente”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto Ettore Ivaldi

francesco.drago@oasport.it

 

Lascia un commento

Top